06/03/11

E dopo la seconda laurea? I dubbi di Sara... e anche i miei.

Riporto l'email che mi è arrivata da una ragazza che ha trovato il mio blog, e che introduce un altro argomento importante che per ora è stato poco affrontato: riprendere gli studi passata una certa età o per ottenere una seconda (o terza) laurea si può anche fare. Ma dopo?

Che possibilità lavorative ci sono, per una persona che finisce di studiare avendo ormai più (o molto più, nel mio caso) di 30 anni? E la possibilità di entrare in una specializzazione esiste, o in un ambiente difficile come quello medico bisognerà accontentarsi di quello che capita?

Per quanto riguarda la mia situazione personale e il mio punto di vista, penso che ne parlerò un po' più approfonditamente magari tra qualche giorno. Intanto vi lascio alla lettera di Sara. Come sempre, ogni vostro commento o consiglio non potrà che farmi/farci piacere.

Ciao Simone, sono Sara.

Innanzitutto complimenti per il tuo blog, sono finita lì cercando notizie sull'iscrizione a Medicina in "tarda" età. Io ho 27 anni, mi mancano 2 esami e tra luglio e settembre, dopo anni di studio, sarò finalmente laureata in Fisica.
Mi chiederai:"Ma allora qual è il problema?"

Bè, il problema è che non sono felice. Sono anni che penso di essere fuori posto, ma per vari motivi ho comunque deciso di portare a compimento il percorso iniziato tanti anni fa in Fisica. E ora che sono praticamente al traguardo mi sento persa, perchè io non voglio fare il fisico nella vita... ma il medico!

Ora ti chiedo: secondo te iniziare alla mia età è troppo tardi? Ho visto che tu sei iscritto al terzo anno in Medicina e che eri già laureato in ingegneria. Come ti trovi adesso? Economicamente riesci a mantenerti?

Io ho parlato a casa di questo mio disagio, e mia madre, dopo una iniziale e giustificata perplessità, mi ha detto che se questa cosa può rendermi felice questo non può che farla contenta, anche perchè sono quali più ferrata in Medicina che in Fisica :) Anche il mio ragazzo mi appoggia e sa che questo è il mio più grande sogno... ma io non so decidermi.

Con una laurea in fisica potrei iniziare già a lavorare, e ad essere finalmente indipendente. Ma solo l'idea di iniziare Medicina mi dà una scarica di adrenalina! L'unico problema sarebbe (entrando al primo colpo e laureandomi in tempo) finire a 34 anni: quante possibilità lavorative avrei? E per quanto riguarda la specializzazione?

Scusa se mi sono dilungata, ma è una decisione difficile da prendere e vorrei avere un tuo consiglio, visto che in alcune cose siamo molto simili :)

Grazie ancora

Sara



Per quanto mi riguarda le ho già risposto in privato, e vorrei piuttosto so

23 commenti:

Sara ha detto...

Ciao, sono Sara, l'autrice della mail :)
Volevo solo aggiungere una cosa: ho contattato la segreteria della facoltà di Medicina e mi hanno detto che con la convalida di 2 esami si può essere iscritti al secondo anno. A me potrebbero (spero) verbalizzare fisica, chimica e propedeutica biochimica e inglese..recupererei un anno, non poco alla mia età...che ne pensate?
Saluti a tutti :)

Ariano Geta ha detto...

Cari Simone e Sara, intanto ammiro la vostra volontà di continuare a studiare (io non mi ci metterei più sopra i libri, lo ammetto).
Le perplessità sono giuste, perchè il mondo del lavoro sta diventando sempre più una giungla in cui è difficile entrare, però credo che dipenda molto dagli sbocchi del settore prescelto. Se aveste deciso di prendere una seconda laurea in scienze politiche dopo averne presa una in lettere vi avrei sconsigliato, ma riguardo il settore medicina non sono ferrato, ovvero: ci sono maggiori possibilità di impiego? Offre maggiori sbocchi rispetto a una laurea umanistica? Ecco, questa è la domanda fondamentale. Se gli sbocchi sono tantissimi, allora qualche anno di attesa non dovrebbe creare problemi. Se invece il settore è saturo, allora bisogna pensarci bene...

Eddy ha detto...

Per quanto rigurada il duscirso età, il setore medico è un mondo a parte: on ci sono limiti per accedere al mondo del lavoro. ho colleghi miei che si sonoo laureati a 37 anni! e più ed hanno finito la specilizzazione piu tardi. e comunque i medici cambiano di continuo ambiti professioanli, fanno altre scelye, prendono altre specializzaizioni e magari dopo 20 -25 anni di chirurgia, si dedicano a tutt'altro settore facendo gli epidemiologi o i medici di famiglia. non preoccupatevi dell'età, non conta o comunue fino ad un certo punto
Parola di medico

Simone ha detto...

Sara: io la mia risposta te l'ho già data in privato! ^^

Ariano: grazie. Il settore medico è un po' strano... secondo me qualcosa da fare la trovi comunque, ma entrare in "certi" posti è praticamente impossibile.

Eddy: grazie! In effetti la medicina offre possibilità molto vaste. La mia preoccupazione è non riuscire a entrare o a fare quello che preferirei maggiormente, mentre di rimanere senza fare nulla non mi preoccupo affatto... anche perché male che vada mi rimetto a fare l'ingegnere! ^^

Simone

Marco ha detto...

Ciao Sara! E ciao Simone. Mi chiamo Marco, ho 28 anni e ho appena iniziato a studiare Medicina (primo anno!). Sono infermiere quindi direi che probabilmente ho un'idea abbastanza chiara dell'ambiente. E' sicuramente una scelta non facile, ma se ne hai le possibilità (perchè oggi poter studiare è un lusso a volte)...potresti mai svegliarti un domani domandandoti "se solo ci avessi almeno provato..."
Finire a 35 anni? E la specialità? Beh, io ora non ci voglio pensare. Per ora mi basta sapere che "nella vita voglio essere un medico"! (e spero un giorno poterlo essere davvero)
Ciao

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, sapete per caso se ci sono delle borse di studio di cui poter usufruire anche se non si hanno più 20 anni? Magari per chi ha la madia al di sopra del 27...
Grazie :)

Sara ha detto...

Ciao a tutti, grazie dei consigli!
Marco, complimenti x il tuo coraggio! Ma adesso studi a tempo pieno o svolgi ancora la professione di infermiere?
Io vorrei cercare, almeno all'inizio (ovviamente se passo il test!), di fare qualche lavoretto x mantenermi...cosa mi consigliate?

Anonimo ha detto...

Ciao Sara!
Puoi lavorare mentre studi ma è molto faticoso. Se salti troppe sessioni d'esame resti indietro,
lo studio si accumula a dismisura, finchè..
nel bel mezzo di una notte qualunque, dallo scaffale dei tomi di medicina, udirai un leggero crepitio, quasi impercepibile,
ma sarà troppo tardi..
...ZAC!!!
In pochi secondi verrai fagocitata dai libri.. senza che di te ne rimanga traccia!!!
Ora sai che fine fanno i fuoricorso in medicina...
..Va bè..
..sul finale ho esagerato!!! ;)
Auguri per la tua scelta di vita!!!
gresy

Simone ha detto...

Anonimo: riguardo le borse di studio, non credo conti l'età ma non sono informato. Chiedi su qualche forum per studenti!

Simone

Simone ha detto...

E grazie di nuovo a tutti anche da parte mia!

Simone

Fra ha detto...

Ciao Simone, ciao Sara...
credo di aver già detto a Simone, da qualche parte su questo blog, che ammiro la sua coraggiosa scelta di rimettersi a studiare per fare qualcosa che gli piace.
Io penso che se fai un lavoro che non ti piace sarai per sempre una persona insoddisfatta, quindi vi appoggio in pieno.

Marco ha detto...

@Sara - io ho fatto il ragionamento inverso rispetto al tuo: per ora ho deciso di non lavorare principalmente per concentrarmi solo sullo studio (che purtroppo non è una cosa che mi riesce facilmente). Poi vediamo come va, e in caso, quando ho ingranato un po'...magari cerco qualcosa che non mi impegni molto.
Ma, certo, io ho la fortuna di potermi permettere un periodo (comunque non facile) da "senza reddito"!

Sara ha detto...

x Marco: In realtà il tuo è il ragionamento più giusto, solo che non sempre è facile a 28 anni poter "soltanto" studiare..comunque per adesso mi concentro sugli ultimi 2 esami da fare e sulla tesi, sperando di finire il prima possibile e mettermi così a studiare x il test!! :)
Grazie a tutti x i consigli!

Anonimo ha detto...

Ciao Simone!!!ti seguo da sempre ed ho comprato anche i tuoi libri...che dire ti ammiro molto....
io sono un avv. 30enne, diciamo affermato, e per hobby scrivo di diritto (pagata!!)...ebbene sono appassionata di diritto...allora dovrei essere felice...ed invece no!!! sento sempre che mi manca qualche cosa...mi panca il contatto con le persone..mi sembra che il mio lavoro...carte e carte...non apporti nulla di nuovo all'umanità..in poche parole che non sia utile...ed ammiro chi ha una passione e la segue costi quel che costi..e soprattutto medici ed infermieri...
anni fa avevo pensato di fare medicina...ma ahime, la vista del sangue mi fa stare male....però la mia vita non mi soddisfa...divoro tomi di medicina tradizionale e non...sono stupendi!!!!
scusate per lo sfogo!!!!mi sa che sono andata fuori topic

Anonimo ha detto...

Ciao!Che sollievo leggere questo blog, non sai quanto!Eccone un altro di ''disperato'' :-)
Scartato a medicina nel lontano 2006 ormai(avevo studiato solo biologia e chimica d'estate materie nuovissime per me)...e iscritto a Farmacia.
Con le sue regole un po' strane che non ti invogliano per niente a continuare. almeno nel mio campus, è anche a numero aperto quindi son fatte proprio per farti mollare giusto al secondo anno.
Ed io sono uno di quelli.Ora vi spiego meglio: Tutta colpa della mia carenza in matematica e fisica, esami che non son riuscito a preparare (venendo da un liceo artistico) e che mi hanno fatto ripetere il secondo anno due volte, fino a mollare tutto.
Cosi' ho fatto il passaggio a Psicologia facendomi convalidare solo anatomia e biologia e inglese(che fortuna eh!?) etc.
Ora sono alla fine del secondo anno e quando sto nel mio campus e vedo studenti conlibri di Medicina, vorrei essere al loro posto.Nella mia facoltà ora mi trovo bene, certo la mole di studio non è niente a confronto a Farmacia, ma non è tanto quello più che altro perchè ci metto più passione enllo studio.
Ora vi dico sinceramente: ma chi me l'ha fatto fare?Per un percorso decente dovrei prendere la Magistrale in psicologia Clinica e poi farmi una specializzazione privata di 4/5 anni per diventare Psicoterapeuta!!Non è meglio laurearmi alla triennale e ritentare Medicina a questo punto?Ora rispetto al 2006 ho cmq dato esami tipo anatomia genetica farmacognosia e biologia sia animale che vegetale e le basi chimica inorganica ovviamente ce l'ho!
Ho davvero paura di mangiarmi le mani tra qualche anno e roba che faccio anche incubi di notte:P
Ora datemi voi qualche consiglio, ovviamente, ho il terrore di parlarne a casa...o con gli amici, passerei da indeciso cronico!
Help!
A.

Simone ha detto...

Anonimo: al sangue dopo un po' ci si abitua. Secondo me poi se uno si impressiona può sempre puntare alla ricerca o a specializzazioni poco sanguinolente! ^^

A: forse sei un po' indeciso. Cioè', in 5 anni hai cambiato idea molte volte, sei davvero convinto di quello che vuoi fare?

Io insomma cercherei di chiarirmi le idee per evitare di trovarti magari di nuovo insoddisfatto. E poi decidi come ti senti.

Ora poi non so quanti leggeranno il tuo messaggio, se vuoi lo inserisco in un post!

Simone

Anonimo ha detto...

Grazie della risposta!
Hai ragione rileggendo il mess devo ammettere di non esser stato molto chiaro.
L'iscrizione a Farmacia è stato solo un parcheggio per poi ritentare il test a Medicina(cosa anche molto comune tra i ragazzi).
Poi non so cosa mi ha preso, ed ho avuto timore di una nuova delusione e ho continuato Farmacia che cmq mi avrebbe dato un lavoro in un modo o nell'altro.
Ma non è mai nato un amore per questa facoltà..
Mentre l'interesse per medicina è nato subito dopo le superiori conseguente ad una vicenda familiare, un po' triste da raccontare, ma che mi ha fatto capire che volevo saperne di più del corpo umano!
Riepilogando: ora la mia priorità è finire questa triennale e conludere qualcosa!
:-)
Se vuoi pubblica pure il mio post, mi farebbe piacere e poi sono ben accetti tutti i consigli ed esperienze che spero mi aiuteranno a prendere la giusta decisione.(se tentare il test o finire il percorso in psicologia..)
Grazie in anticipo.
alessio.

Simone ha detto...

Alessio: ok, penso di mettere il post online magari dopo il 17!

Simone

Anonimo ha detto...

Grazie..se hai tempo se no non preoccuparti.
In questi giorni ci sto pensando sul serio a questa scelta, vi saprò dire meglio l'anno prossimo, dovrò ripassare storia e letteratura però.. :-)
Speriamo bene, sarebbe davvero un sogno riuscire finalmente ad entrare.
;)

A presto!

uniroma.tv ha detto...

La voce degli studenti del Dams di Roma Tre sulla situazione dei neo laureati italiani.

http://www.uniroma.tv/?id_video=18327

ufficio stampa uniroma.tv

stampa@uniroma.net

http:// www.uniroma.tv

Anonimo ha detto...

Ciao, un'informazione, e cioè:
Ti sei iscritto quando avevi 33 anni, giusto? Nel periodo che avrai avuto 25/26, presumo età che ti sarai laureato in Ingegneria, fino ai 33, anni in cui hai fatto l'iscrizione a Medicina, hai lavorato? E come hai fatto/farai dal punto di vista pensionistico? Per caso hai riscattato/riscatterai i vecchi anni di laurea?


Grazie
Roberto

Anonimo ha detto...

Ciao, ho letto il file pdf. Una domanda, ma poi a 39/40 anni sei riuscito a trovare lavoro?

Simone ha detto...

Roberto sono stato iscritto all'inarcassa dai 25 ai 39. Con la pensione è un casino alla fine avrò quella maturata nei 15 anni cioè pochissimo ma il riscatto costa troppo.

Anonimo: sono in Specializzazione.