12/09/11

Andy Whitfield non ce l'ha fatta.

Andy Whitfield era il protagonista di una serie televisiva moderna di grande successo. E proprio ieri, purtroppo, è morto per un linfoma.

Io penso che tante volte, per come siamo abituati a vivere, ci aspettiamo di poter ottenere tutto e di riuscire a controllare e possedere ogni cosa. Un po' come se il mondo avesse risorse infinite e tutto quanto automaticamente ci spettasse di diritto.

Invece nella Medicina purtroppo è spesso evidente come la natura ha ancora facilmente il sopravvento su di noi, nonostante gli sforzi, le ricerche e gli innumerevoli tentativi fatti ormai da decenni. Ci sono stati molti passi avanti, esistono nuove medicine e nuove terapie. Il cancro è una malattia che oggi si può curare, ma non sempre. Purtroppo non sempre.

La verità è che non abbiamo il controllo su ogni cosa, e le nostre vite sono parte di una struttura più grande di noi. I tumori nascono per un meccanismo intrinseco che sta alla base della vita stessa, e voler comprendere e soggiogare ciò che ci rende vivi e unici è un'impresa titanica che avrebbe bisogno di ogni nostro sforzo.

Forse un domani le cose andranno diversamente, ma finché continueremo a perderci e a lottare dietro a tanti bisogni egoistici e superficiali il nostro ruolo nel mondo non cambierà mai.

Mi dispiace davvero per Andy, che dopo averlo visto così tante volte in televisione mi sembrava quasi un conoscente, se non un amico. Voglio credere che nella sua vita abbia contribuito a costruire un qualcosa che ci conduca tutti nella direzione giusta.


Simone

4 commenti:

Fra ha detto...

Ciao, non conoscevo questo ragazzo, ma la riflessione vale per tanti altri e in questi giorni io faccio lo stesso genere di riflessioni... :(

CyberLuke ha detto...

È così che va.
E non potrebbe essere altrimenti, a ben pensarci.
Un inizio, una fine, e in mezzo tutto il resto.
E l'illusione di esercitare un controllo sulle nostre vite.

Matteo Iacobucci ha detto...

Molto dispiaciuto. Non ero un fan di Spartacus, nè conoscevo bene Andy, ma onestamente è stata una vera tragedia. Un giovane uomo così bruscamente strappato alla vita...fa male

Matteo Iacobucci ha detto...

Molto dispiaciuto. Non ero un fan di Spartacus, nè conoscevo bene Andy, ma onestamente è stata una vera tragedia. Un giovane uomo così bruscamente strappato alla vita...fa male