19/10/11

Università, scrittura e Croce Rossa. Alcune novità.

In queste settimane sto seguendo il corso di Gastroenterologia/Endocrinologia.

Endocrinologia - in particolare - è la materia più noiosa del mondo, ma almeno il libro non è troppo enorme. In ospedale invece proseguono i tirocini, e magari quando avrò l'ispirazione vi metterò online uno dei soliti racconti associati.

Che poi, a questo punto mi domando: scrivere il racconto dei miei tirocini vale come scrittura? Cioè sono ancora uno scrittore, e quella è narrativa? Ed è narrativa che vale qualcosa? La risposta - secondo me - è che sì: sono ancora uno scrittore, anche se forse con risultati essenzialmente mediocri.

A ben vedere - dal punto di vista della scrittura - forse in tutti questi anni non è cambiato un bel niente ^^.

Ci sono invece alcune novità per quanto riguarda la Croce Rossa. Non ve ne ho parlato mai, ma negli ultimi tempi - nel mio gruppo di volontari - c'è stata un'aria che non mi è piaciuta troppo. La Croce Rossa sta cambiando, e a molti di noi alcuni cambiamenti non piacciono. C'è un po' di scoraggiamento per i vecchi problemi che rimangono invariati, fare le cose che ho fatto finora iniziava a stancarmi... e insomma, ho meditato un po' l'idea di lasciar perdere e cercare altre realtà con meno complicazioni.

Poi però mi sono un po' tirato su: ho fatto un corso di BLS-D ed è andato (come sempre) bene. Ho fatto un turno in ambulanza particolarmente interessante, e ho iniziato anche a smuovere le acque: questa sera devo seguire un corso sulla Protezione Civile, e Sabato parteciperò a un'esercitazione importante. L'idea è quella di iniziare a partecipare alle attività della Croce Rossa cercando di seguire il lavoro dei dottori e degli altri operatori sanitari.

Ho deciso insomma che mi piacerebbe - un giorno che sarò laureato e avendone la possibilità - fare il medico per la Croce Rossa. Che poi è un'idea che ho da anni, ma solo adesso riesco ad averne una visione più chiara e ho anche la possibilità di iniziare a muovermi in quel senso. La cosa che mi ha fatto più piacere, è aver visto che alcuni colleghi volontari stanno appoggiando questa scelta... e insomma dopo un momento di dubbio anche forte mi sembra che anche in questo senso stia nascendo un nuovo entusiasmo.

E anche in questo senso, come sempre, continuerò a tenervi informati.

Simone

3 commenti:

TIM ha detto...

Mi sembra di sentire dell'entusiasmo nelle tue parole, e mi fa piacere. Certo la scelta è tua, ma anche a me piacerebbe se fossi nei tuoi panni (ma peso 80 Kg e sono alto 1,68, quindi non ci starei di sicuro!) intraprendere quella strada. Scrittore? Scrittori si nasce e tu, modestamente, lo nascesti!

Simone ha detto...

Sì sì l'entusiasmo c'è. Anche essere scrittore a vita mi sta bene, ma io non la vedo come questa qualità positiva... ^^

Simone

Fra ha detto...

Endocrinologia la materia più noiosa del mondo...? Non ho mai studiato una materia che fosse solo endocrinlogia, ma, istintivamente, l'avrei classificata tra le interessanti (vabbè sarà interessante per me!) :)
Comunque, sì... secondo me si può dire che scrivi anche se scrivi del tuo tirocinio.
Fare il medico per la Croce Rossa... penso sia una bella aspirazione. :)