11/01/12

Università dopo i 30 anni: la sessione invernale è terminata. Malissimo.

Mi avevano detto, 4 anni fa, che nel riprendere gli studi universitari avrei passato dei momenti piuttosto difficili.

Ecco, mi sa che questo è uno di quei momenti: oggi ho ripetuto l'esame di gastro/endocrino, ma per la seconda volta non ho superato lo scritto e sono stato impietosamente segato.

Ora non è che io non sia abituato a ripetere gli esami (a Ingegneria è capitato di fare un esame anche 4 volte) o che me la prenda particolarmente se una prova va male. Soltanto non dico di essere stato preparatissimo, ma di ritrovarmi così senza aver combinato niente dopo aver passato le feste a studiare non è proprio una sensazione bellissima.

Ancora, i prossimi appelli saranno soltanto a Marzo, e avendo 2 esami da recuperare finirà per accatastarsi tutto quanto e non so più tanto che pesci pigliare. Incaponirmi sempre sullo stesso esame credo serva a poco: potrei finire con l'essere bocciato di nuovo (visto che evidentemente non è proprio la materia per me) e peggiorare ancora di più le cose. Se invece mollo questo esame per prepararne un altro rischio di perdere parte del lavoro già fatto e di ritrovarmi, più avanti, a dover ristudiare cose che avrò già dimenticato.

Bo', è un momento un po' deprimente. Mi scoccia pure pensare che in reparto mi trovo benissimo, ma che per assurdo andare in reparto è stato controproducente (visto che ovviamente studiavo di meno) e mi conviene magari tagliare un po' con la parte pratica per dedicarmi semplicemente agli esami.

E vabbe', non è che ci sia molto da dire. Volevo solo sfogarmi un attimo (del resto il blog serve anche a questo) e cercare di scaricarmi un po' prima di rimettere mano ai libri e allo studio.

Lunedì ricominciano i corsi, e in questi 3-4 giorni vedrò di decidere come organizzarmi per i prossimi due mesi. Speriamo solo di riuscire a recuperare qualcosa, perché se continua così anche per i prossimi appelli inizio a vederla piuttosto male...

Ma facciamo le corna, e speriamo di no.

Simone

14 commenti:

TIM ha detto...

"E' solo un momento!"
"Quanto dura un momento?" chiese il diavolo-Benigni al prete-Matthau.
Ce la farai, prima o poi. Tieni duro!

Matteo ha detto...

L'importante è che tu non vada in tilt. Sentirsi da schifo è normale, tiltare è il male. Dovrai lavorare sodo e togliere tempo ad altri impegni, ma quando passerai quegli esami particolarmente odiosi, dirai che ne è valsa la pena fino all'ultimo secondo: è sempre così. All'università si inciampa spesso, chi ci mette meno a rialzarsi alla fine vince.

Simone ha detto...

Grazie ragazzi, mi serviva un po' di conforto! :)

Simone

StellaPazza ha detto...

io suggerisco di tenere questo esame "in caldo", e vedere se i prossimi sono fattibili, magari più "semplici" o per te più assimilabili, in modo da riprovare anche con questo. Cerca di capire da chi ha passato lo scritto, cosa c'era che non andava nel tuo. Magari le nozioni le sapevi ed era solo la chiave di lettura ad essere sbagliata. Insomma concentrati sull'errore e vedrai che passa pure questo!

Dama Arwen ha detto...

Ma chissenefrega!
Tanto il 12/12/12 finisce il mondo, no???




:-P

Scheeerzo!
Ben vengano gli sfoghi.
Eviterò di ripetere per l'ennesima volta cosa penso dell'università, sappi solo che gioisco con te per ogni tuo passo avanti e mi rattristo/incazzo con te per ogni delusione.
Voglio vedere assieme a te la luce in fondo al tunnel!

Ariano Geta ha detto...

I momenti difficili capitano sempre, ti sarebbero capitati anche da scrittore professionista, con l'editore che ti telefona alle otto di mattina e con voce incazzata ti urla "Quando caspita mi consegni il manoscritto? Guarda che applico le penali del contratto e ti rovino!"
L'importante è non buttarsi giù e impegnarsi per superare il momento di stallo ;-)

Giacomone ha detto...

Dai, Simon!!!
Lo sappiamo che i momenti migliori si alternano sempre con quelli un po' di cacca...
Solo una cosa, anzi due:
1) Non sono d'accordo nel trarre la conclusione che non sia la materia per te. Sai che ho TROPPO stima di te e delle tue capacità, quindi semplicemente non ci credo;
2) Non è vero che se molli, perdi quello che hai fatto: lo Studio è come un salvadenaio e tutto quello che ci metti, in un modo o nell'altro lo ritrovi.
Proposta: "allenta" per un paio di settimane la presa su questo esame e comincia a seguire al meglio i corsi, preparando quello che ti piace di più e poi riprendi e lo fai a Marzo.
Se poi, e mi rendo conto che non è semplice, riesci a inserirci 3-4 giorni di sci con noi, sai che ci daresti una gioia! ;)
Un abbraccione e non ti abbattere

GIACOMONE

Simone ha detto...

Grazie a tutti per i commenti!

Già oggi mi girano un po' meno... alla fine l'esame ce l'ho mezzo pronto, pronto per cui seguirò i consigli di preparare qualcos'altro e riprendere questo più avanti.

Stella: sicuramente farò così!

Dama: è bello sapere che c'è qualcuno che ti segue e fa il "tifo", grazie!

Ariano: sì è vero, ogni attività ha i suoi alti e bassi hai ragione!

Giacomone: sei un grande, grazie! :)

Simone

Anonimo ha detto...

concentratu su questo esame! e al preparane insime uno piccolo e facile per marzo.
Io al I anno di farmacia ho dovuto ridare 4 volte chimica inorganica e stecchiometrica da 12 crediti, pensa che ho studiato 7 mesi e era il primo esame che davo, pensavo di essere un 'incapace e invece poi gli altri esami sono sempre andati bene.... quando lo supererai festeggerai 3 giorni.

Simone ha detto...

Anonimo: grazie anche a te!

Simone

Stefano ha detto...

Nel tuo post dici grandi verità: la sessione invernale è terminata. Punto. Adesso inizia una nuova sessione.

Non fare come il sottoscritto che cercava di recuperare esami del precedente semestre seguendo anche quelli del nuovo. Risultato? Devastante.

Fai un bel programma ( il più possibile con i piedi per terra). Nuova sessione = esami da preparare e superare.

Per quelli in arretrato ti rimboccherai le maniche d'estate...e se indossi canotte sei già a buon punto.

NON MOLLARE.
IN BOCCA AL LUPO.

Simone ha detto...

Grazie Stefano. Di positivo c'è che l'esame bene o male ce l'avevo pronto, per cui devo solo ripeterlo un altro po' e sperare che la prossima volta lo scritto vada meglio.

Penso insomma di riprovare questo e Urologia, che dicono sia più fattibile. Poi quello che mi rimarrà sul groppone ovviamente "slitterà" piano piano fino a Settembre.

Diciamo che a essere ottimisti finora ero in pari con gli esami per cui potrebbe non essere questo grosso danno...

Simone

Marco ha detto...

Boia chi molla!!
E una soluzione la trovi di sicuro!! Del resto, hai già dato biochimica, anatomia, fisiologia....cosa vuoi che sia Gastro!!! ;-)

Bruno ha detto...

Forza & Coraggio