13/01/12

Da Scienze Politiche all'Africa... e poi Medicina: una scelta impossibile?


Riporto questo messaggio che Azzurra mi ha lasciato qualche giorno fa:

Simone! Bellissimo il tuo blog, soprattutto per il seguito che mi rincuora... a meno che non si tratti di follia collettiva. :)

No, evidentemente neanche io sono pazza, e questa è la buona notizia.

La cattiva, anzi le cattive, sono che per una studentessa di Scienze Politiche il test è una missione impossibile, e che quindi forse non riuscirò mai a studiare quello che da due anni mi gira in testa.

Anche per me, tutto è nato dal volontariato sulle ambulanze, che ho iniziato dopo un viaggio in Africa, da cui sono tornata cambiata e che mi piacerebbe potesse anche cambiarmi di più.

Ho sempre pensato che chi sceglieva medicina o voleva far soldi - i più - o aveva la vocazione. E io non ce l'avevo.

Non sapevo cosa mi piaceva quando avevo 19 anni, viaggiavo molto e basta. Alla fine del liceo linguistico fui indecisa tra Medicina e Giornalismo, e poi scelsi il secondo: non avevo la vocazione, appunto.

Mi occupavo della vendita di materiale ospedaliero nell'azienda di famiglia, creata da mio papà ex studente di medicina - oggi imprenditore soddisfatto - e mi barcamenavo, come faccio tutt'ora a 29 anni, tra i mille mestieri dell'informazione.

Poi sono partita per l'Africa, un giro tra Burkina Faso e Mali.

Un mese tra villaggi, un mese di tramonti incredibili e cieli stellati i più stellati mai visti nella mia vita. Di mani da stringere, di sorrisi dolci, di lezioni indimenticabili.

Una volta tornati a casa, il vuoto. E poi la vocazione. Mi sarei iscritta immediatamente se non ci fossero stati test d'ingresso.

Ho iniziato a studiare per il test (le mie materie deboli sono la matematica e la fisica!) di nascosto a tutti, e a fare volontariato in ambulanza. Poi è arrivato settembre, ma al test non mi sono segnata. Ho pensato: che sto facendo, non lo supererò mai. Questa cosa mi passerà.

E invece, un anno esatto dopo il mio viaggio, sono ancora qui con i libri dei test in mano a pensare a cosa fare. A pensare che è impossibile.

Leggervi mi rincuora. Per questo, grazie.

Azzurra

12 commenti:

StellaPazza ha detto...

Che bello avere dei sogni e seguirli, poi andare contro l'opinione generale e ottenere risultati e successi migliori che quelli che uno otterrebbe seguendo il gregge come tutti gli altri. Bello. Grazie

Anonimo ha detto...

Ciao!

Siamo più o meno sulla stessa barca...io ho qualche anno di più. Anch'io laureata in scienze politiche, diplomata al liceo classico: matematica chi è costei?!

Ad ogni modo, non ho deciso se a settembre farò il test, ma nel frattempo ho cominciato a studiare matematica scaricando un manuale gratuito su matematicamente.it..partendo dall'inizio!

in bocca al lupo!

Simone ha detto...

Grazie per i commenti!

Studiate su Alphatest/Edites e simili, libri cioè fatti ESPRESSAMENTE per preparare i test di ammissione. Non studiate per conto vostro quello che vi "gira" perché perdete solo tempo, rifate i vecchi test e studiate gli argomenti chiesti ai test.

Matematica poi sono pochissime domande, se proprio è questa cosa terribile potete saltarla completamente non preparandola per nulla, poi al test non rispondete alle domande di matematica però entrate lo stesso.

Matematica sono 6 punti su 80. Per entrare alla Sapienza vi servono 40-45 punti insomma Matematica e Fisica sono punti in più ma non indispensabili.

La maggior parte degli studenti di Medicina ha fatto il classico.

Simone

Annarita ha detto...

ciao simone!!! volevo fare un in bocca al lupo a tutti coloro che decidono di riprendere gli studi più in là con gli anni!!!!anche io sto partendo ora con un'esperienza simile alla tua...ho finito a settembre la triennale in ingegneria biomedica a padova (ho 23 anni) e avevo provato il test di odontoiatria a verona...ero rimasta fuori di poco però mi hanno chiamato da pochi giorni che si sono liberati dei posti, cosi ho cambiato dalla mia specialistica a pd a questo nuovo corso...ora mi troverò il semestre indietro visto che hanno finito le lezioni e sono in piena sessione, però dai almeno faccio qualcosa che mi piace!!!!!

Simone ha detto...

Annarita: intanto crepi il lupo!

Il primo semestre non dovrebbe essere così impegnativo da recuperare, a meno che non rompano troppo con le presenze. In bocca al lupo anche a te!

Simone

LittleArtist001 ha detto...

Ma a medicina per prendere la specializzazione o meglio,per iscrivercisi bisogna avere una certa media?
Avevo sentito qualche mese fa che per entrare alla specializzazione bisogna avere la media almeno del 27..

Simone ha detto...

Little Artist: per entrare alla specializzazione non è richiesta una media particolare. Solo ovviamente se è una specializzazione "affollata" per il concorso contano molto i voti e il curriculum universitatio.

Per cui insomma dipende: sì e no, a seconda di cosa vuoi fare.

Simone

Anonimo ha detto...

Cavolo! Sono stata senza rete per 6 giorni e non ho avuto modo di leggere i commenti.

Grazie per il consiglio, Simone. Oggi ho ordinato gli alfa test.
Domanda. Uno dei libri è quello dei quiz, 10 mila. Ci saranno domande nuove o è verosimile che tra le 80 domande una buona metà siano contemplate in questi quiz?!
Ti ringrazio per la tua riposta.

Vorrei anche fare un commento sul nuovo post ma meglio non confondere le acque.
Grazie, grazie. Il tuo ESEMPIO mi stimola ad andare avanti. Il mio commento è anonimo, ma io sono Romi.

Anonimo ha detto...

Non è vero che la maggior parte ha fatto il classico!!!

Simone ha detto...

Ok, sarà un caso ma nel mio corso è così.

Simone

Francesco ha detto...

La mia convinzione nel continuare con medicina ahimè è assai precaria... e infatti ho avuto dei momenti in cui ho pensato seriamente di partire e andare nel "terzo mondo" per stare lì 1 o 2 anni e magari capire meglio cosa voglio fare della mia vita, se voglio davvero continuare con medicina oppure se è meglio cambiare rotta

Simone ha detto...

Be' non mi sembra poi un'idea così terribile! :)

Simone