29/02/12

Medicina a trent'anni: ottimismo pre-esami.

Mezzo pieno o mezzo vuoto?
Dipende: se è grappa, è comunque troppa.

Era qualche giorno che non davo notizie di me, ma dovete scusarmi: tra reparto, lezioni ed esoneri di Farmacologia sono stato bello preso, e tra le tante cose che in genere "taglio" quando sono sotto pressione c'è generalmente anche questo blog.

Come ho appena detto, in queste settimane ho dato due esoneri di Farmacologia: la parte di Urologia, che tutto sommato era semplice (ma io ci avrò messo un mese lo stesso a prepararla) e soprattutto la parte di Antibiotici, che invece era un incubo.

L'esonero sugli antibiotici consiste in un malloppo di fotocopie fatte di nomi astrusi, nomi strani, nomi difficili da ricordare e nomi che sembrano semplici scioglilingua senza significato. E tutti questi nomi sono correlati da rapporti di associazione assolutamente arbitrari, controintuitivi e in sintesi esclusivamente da memorizzare e basta, senza possibilità di ragionarci in qualche modo.

Voi sapevate che la Piperacillina si usa contro lo Pseudomonas, o che le Tetracicline sono chelanti del Calcio? Immaginate un centinaio di fogli tutti così, con nozioni su nozioni, e forse riuscirete lontanamente a farvi un'idea dello sconforto che mi prendeva ogni volta che provavo a preparare questo esonero che mi porto dietro ormai da Settembre.

E insomma, l'esonero sugli antibiotici non è proprio la famosa luce che si vede alla fine del tunnel, ma gli assomiglia abbastanza e mi dà una bella carica per buttarmi nei prossimi esami, ormai imminenti.

Adesso ho progettato 2 settimane di chiusa intensiva per ripreparare Gastro/Endocrino, l'esame famoso dove mi bocciano sempre e mi sta tanto sulle palle. In realtà mi sono scordato anche le poche cose che sapevo e non sono convinto di farcela in 2 settimane soltanto, ma almeno ho studiato un po' anche altre cose e non mi sono fossilizzato su una materia sola.

Poi quando finalmente mi toglierò Gastroenterologia potrò concentrarmi su Ematologia che ho già un po' studicchiato durante il corso, e che sembra più fattibile. Ho realizzato che - se mi ci metto sul serio e se avrò anche un minimo di fortuna - posso pensare di arrivare al terzo quadrimestre con un solo esame da recuperare tra la sessione estiva e autunnale insieme a quelle che saranno le materie nuove.

Insomma, oggi mi sento ottimista e ho voluto condividere questa sensazione con voi. Sono stanco, alle volte piuttosto che studiare preferirei darmi una martellata dove potete immaginare, e davanti a me ho un periodo di studio e di esami ancora peggiore. Però dopo un periodo in cui ho avuto un po' di dubbi e preoccupazioni adesso mi sembra che le cose stiano per riprendere a girare, e sono più tranquillo.

E poi, cavolo, davvero mi sono tolto la parte sugli antibiotici: non ci posso quasi credere nemmeno io.

Simone

8 commenti:

Engelium ha detto...

Leggendo post come questo mi rendo conto di quanto diversi possano essere i programmi portati avanti nelle varie Università... personalmente ad esempio ho fatto persino un po' di fatica a capire cosa intendessi per esonero O_o

Interessante poi come di tutto quello che citi nel mio corso di studi abbia visto giusto qualche accenno (gli antibiotici ad esempio li abbiamo studiati per classi e poi magari solo qualche nome dei più importanti, ma niente di eccessivo... si puntava infinitamente più sui meccanismi d'azione), così come la Farmacologia studiata come monoblocco omnicomprensivo e non divisa per "settori" ... mi chiedo se tutta questa diversità sia poi così tollerabile come vogliono farci credere onestamente...

A parte questo posso solo dirti che hai tutta la mia solidarietà per i periodi neri in cui sembra tutto un incubo senza fine :P ... ma finisce, oh se lo fa :)

In bocca al lupo per il futuro allora

leonor ha detto...

I miei complimenti per tutto quello che stai facendo, hai tutta la mia ammirazione...vorrei essere capace anch io di reiscrivermi all'università e prendermi una seconda laurea...ma mi pare una cosa così impossibile anche solo progettarla...complimento cmq, t seguo sempre tanto volentieri!

TIM ha detto...

comincio ad odiare troppa gente per quello che riesce a fare e per la forza di volontà che ci mette. anche tu sei entrato nella mia lista nera. ma comunque il mio è un complimento, eh!

Simone ha detto...

Engelium: il mio è un canale detto 'sperimentale' dove ogni tanto mettono regole e programmi nuovi e chissa perche le patologie integrate sono piu grandi. Alla fine credo che una cattiva organizzazione dei corsi rende tutto più faticoso agli studenti, ma in sostanza alla fine le cose importanti sono sempre quelle o peggio devi studiartele dopo la laurea.

Tanto come hai detto tu prima o poi finisce. Speriamo presto! :)

Simone

Simone ha detto...

Leonor: grazie!! :)

Tim: ma alla fine che ci sarà da 'odiare'? In fondo una laurea non è gran cosa è molto più faticoso mandare avanti un'attività o crescere dei figli, secondo me.

Ma grazie lo stesso! :)

Simone

Anonimo ha detto...

Ciao! Non hai altri progetti tipo farti una famiglia, viaggiare cose così? Io sono un fuori corso (di un anno e mezzo) a medicina e anche se sono ancora giovane mi prende l'ansia pensare di finire e dover iniziare la specialistica a 30 anni se tutto va bene... A prescindere dalla passione che una persona può avere per quello che studia, per me è difficile pensare che questo gli possa bastare... viaggiare, divertirsi, farsi una famiglia... se nn si è al pari con gli esami tutto ciò sembra davvero troppo lontano e credo non ne valga la pena..

Simone ha detto...

Anonimo: ciao! Grazie dei consigli, o meglio della riflessione. Ma quando lavorerai pensi che avrai più tempo libero rispetto a ora che fai l'università o rispetto alla specializzazione? Dopo la laurea starai in un "posto" anche 12 ore al giorno e rimpiangerai quando la mattina se eri stanco potevi spegnere la sveglia e dormire.

Io ogni tanto una vacanza me la faccio (certo, erano più lunghe prima di Medicina) ho un sacco di amici che vedo spesso e se e quando troverò la persona giusta farò anche una famiglia. Forse la fai troppo drammatica, no? ^^

Simone

Fra ha detto...

Sono perplessa sull'utilità che può avere un malloppo pieno di nomi di antibiotici da imparare a memoria... ma abbiamo fatto già altre volte discorsi su questo! :)
Bello sentirti ottimista... continua così che gastroenterologia prima o poi te la levi dai piedi! :)