31/07/14

Grazie!

Prima della discussione: sorrido dal terrore.
Giorni un po' caotici tra lauree degli amici, festeggiamenti e tante piccole cose da sistemare.

Ho anche già ripreso ad andare in reparto. Più che altro tornava il correlatore, e fare un salto per portare almeno due pasticcini era il minimo obbligo sindacale.

Ora sento che ho proprio bisogno di un po' di vacanze. E questa estate speriamo di rilassarci un po'... sempre che la smetta di fare tempeste e maremoti un giorno sì e l'altro pure.

Cosa fare del blog - adesso - visto che me lo chiedono tutti?

Intanto penso di sistemare un pochino i vari post. Sistemare i link, i vari tag e cavolate varie. C'è ancora qualcosa del primo anno che non ho riportato dal blog vecchio e che dovrei trasferire.

Poi penso di rileggermi un pochino e nei limiti del possibile (sono 500 e passa post!) tutto quanto, con l'idea magari se è possibile fare una selezione sensata e razionale per "produrre" un ebook, una raccolta... insomma, un qualcosa di completo e a sé stante.

Più che altro poi l'andazzo generale dei post stava virando sull'un po' troppo serio, ma spero alla fine che i post un pochino più divertenti (quell'uno o due all'anno) siano abbastanza da farne insomma una raccolta che la gente leggerà senza rimpiangere di saper capire l'Italiano scritto.

Qui è quando ho presentato la tesi senza svenire!
Per il resto penso che il blog sia già abbastanza indipendente e completo da solo: il libro stampato oppure l'ebook fa molto figo. Molto "scrittore vero" ed è molto più vendibile, esportabile, prestabile e trasferibile.

Ma il senso reale di questa cosa che ho portato avanti per tanto tempo, ce l'ha solo il blog: con la suddivisione nei vari anni, con i post anche secondari che magari in un libro non avrebbero senso e - soprattutto - con tutti i vostri commenti.

Senza il continuo appoggio esterno di decine di milioni di persone (ho gonfiato i numeri un pochino, lo ammetto) che ho incrociato tra queste pagine, negli anni, sarebbe stato di certo tutto più complicato, difficile, e tutto anche un po' più solitario e triste.

Insomma il blog è più interessante - secondo me - di eventuali opere derivate, copincollature o quello che vi pare che se ne potrebbe trarre, e di certo lo lascerò online e leggibile a tutti.

Per cui, se la vostra paura era che qui sparisse tutto da un giorno all'altro, potete stare tranquilli: almeno finché Google non ci tira giù qualche scherzo, o mi censurano o mi denuncia qualcuno, il "Da ingegnere a medico" blog qui presente qui sta e qui resta, a imperitura memoria di questa cosa un po' folle e un po' autolesionista che mi è capitato di combinare dal 2008 al 2014.


Se invece continuerò a scrivere nel blog, in QUESTO blog, almeno... non lo so.

Da un lato penso che il percorso sia concluso. Che la laurea (mi pare) me la sono presa, e che stare ancora qui a parlare di tirocini, studio, esami e cose da studente sarebbe - semplicemente - poco interessante e forse anche un po' poco sensato.

Dall'altro lato, parlare di un percorso professionale da medico (o ingegnere che sia) in una "cosa" - questo blog - nata e cresciuta per parlare di tutt'altro, mi parrebbe anche questo fuori tema e a rischio di degenerare rapidamente verso la noia.

Cioè: un ingegnere si iscrive a medicina, e ok. Fa i turni in ospedale e gli esami e ok anche qui. Ma poi? Si mette a parlare del suo lavoro o continua a parlare degli affari suoi personali a vita. Ma perché? A chi interessa? Ci sono siti di medicina d'urgenza incredibilmente troppo scritti meglio del mio, tra l'altro.

I miei amici fanno photobombing.
Da un terzo lato (?) la scrittura è sempre stata un po' una parte della mia vita. Una volta scrivevo romanzi, poi ho cambiato e sono diventato un po' più autobiografico. Comunque sia non ricordo un periodo, negli ultimi 10 anni, in cui sia rimasto completamente senza scrivere.

Insomma: non lo so.

Mi serve un po' una pausa. Riposarmi, rifletterci un po' su e poi - a mente più calma - decidere come continuare a scrivere, e su cosa.

Intanto tutto questo testo lungo e inutile era per avere abastanza righe da infilarci dentro un po' di foto e il video della proclamazione.

Non c'è un'immagine che mi pare particolarmente indimenticabile, per cui ne ho messe più d'una così almeno - spero - potreste trovarne magari una che piace a voi :)

Quello che è importante, è che voglio ringraziare ancora una volta tutti voi per l'appoggio, l'affetto, l'amicizia e l'incoraggiamento che mi avete dato.

E se davvero come ha detto qualcuno questo blog vi è servito un po' da ispirazione e vi ha spinto in qualche modo a intraprendere un percorso che sognavate ma che - in qualche modo - vi sembrava troppo difficile o vi spaventava... be', grazie ancora: io sono solo uno che ha fatto un po' di esami all'università, e non penso di meritare tanta considerazione e tanta importanza. 

Grazie per l'ennesima volta, e in bocca al lupo a tutti. E vi auguro che tutto quello che state cercando si realizzi il prima possibile, e nel modo migliore che possiate immaginare.

Simone
Grazie!!!!!!!!

49 commenti:

Fabio Corradini ha detto...

Grazie a te Simone, in questi anni sei stato un esempio, un compagno d'avventura e (il blog) un modo per distrarsi quando lo studio si faceva davvero troppo pesante e ci voleva una pausa.
Speriamo tutti di rileggerti presto (il medico emergente? :D )

Anonimo ha detto...

E' da un po' che non commento ma, da bravo appassionato del tuo blog, non ho smesso mai di leggere. In casi come questo, però, mi sembra doveroso commentare il raggiungimento di un obiettivo, nonché di un sogno rincorso per tanto tempo. Perciò... Auguriiiiii!!!!
Non credo che tu ti sia semplicemente riscritto all'università o che abbia dato un paio di esami... Sei un esempio per quanti di noi credono di essere troppo in ritardo per diventare ciò che abbiamo sempre sognato di essere. Per quanto sia all'inizio del tuo percorso come medico io ritengo che abbia dimostrato tenacia e forza di volontà, qualità purtroppo sempre più rare. Per non parlare del fatto che ti sei laureato perfettamente in tempo e per di più con un ottimo risultato. Dai tuoi post sembrava quasi che nel tuo libretto ci fossero solo voti bassi!!
Complimenti davvero=D
Quì o altrove continuerò ben volentieri a leggere le tue peripezie. Ti auguro che questa laurea sia solo l'inizio di una serie di numerose soddisfazioni, che possa raggiungere mille altri obiettivi importanti come questo e che possa continuare ad essere un esempio per tutti noi.

Nicolò

Simone ha detto...

Fabio: il medico emergente sarebbe proprio adatto a me, ahahah. Grazie!!!! :)

Nicolò: alla fine ho fatto la figura del secchione-piagnone, vero?! :) ma è vero che gli altri prendevano sempre voti più alti di me, e che alla fine per i concorsi conta la media, giuro!!!!! :)

Vabbe... grazie davvero per tutto, ciao!!

Simone

Anonimo ha detto...

Una curiosità, ora che hai entrambe le lauree puoi esercitate la professione di ingegnere bío-medico?

Roberto F.

Simone ha detto...

Roberto: essendo iscritto all'albo unico degli ingegneri posso fare anche l'ingegnere biomedico... ma ingegneria+medicina non ti dà abilitazioni "cumulative", no :)

mattinieri del lunedì ha detto...

Qualsiasi cosa tu decida di scrivere, continua a faro con il cuore e non sbaglierai!

in bocca al lupo per tutto!

Simone ha detto...

Mattinieri: grazie davvero... e stra-ri-crepi!!! :)

Simone

Ariano Geta ha detto...

Si vede che eri teso.
Ancora complimenti e ad maiora :-)

Simone ha detto...

Ariano: grazie a te, ciao! :)

Simone

ele ha detto...

complimenti per la laurea!dirti che te la meriti è scontato!ho scoperto il tuo blog solo da un anno ma ho comunque letto tutti,ma proprio tutti i post.non puoi immaginare quanto questo blog mi sia stato d'aiuto.ti basti pensare che se non l'avessi letto, anche io fra un pò di anni ne avrei scritto uno simile che però si sarebbe intitolato "da avvocatessa a medico".anzi no, molto probabilmente non avrei avuto la tua stessa tenacia e non avrei mai inseguito il mio sogno di diventare medico e sarei rimasta intrappolata in un mestiere che non mi avrebbe resa felice.fortunatamente mi resta ancora un anno di superiori per decidere l'università(giusta)!quindi semplicemente grazie, non ti conosco di persona ma sei stato principalmente tu ad avermi aiutato nella scelta universitaria

unabottadivita ha detto...

Complimenti ancora Simone!
Non pensi che al tuo numeroso pubblico farebbe piacere sapere che fine farai? :) Magari potresti aprire un altro blog se continuare su questo per te non ha senso..
Intanto buone vacanze e buon riposo :)

Anonimo ha detto...

Tante notti ho sognato quella pergamena con il mio nome posto su....

Stima
Rispetto
E mo' daje de clinica quanno c'hai 'n cristiano davanti.......

Un infermiere

dactylium ha detto...

Magari sotto altre vesti, ma spero di poter continuare a leggerti.

Per il momento goditi una più che meritata vacanza!

Ciao,
dacty

Simone ha detto...

Ele: grazie davvero! Vedrai che farai la scelta giusta, in bocca al lupo!

Bottadivita: ma mica sono una star... cioè il "numeroso" pubblico magari si rassegnerà senza troppi patemi d'animo :)

Infermiere: sì, damoje de clinica!!!! :)

Dacty: grazie, buone vacanze anche a te!!!

Simone

Anonimo ha detto...

Complimenti!
Affezionato lettore

Anonimo ha detto...

Ciao, torno a visitare questo blog dopo qualche anno. Avevo fatto una ricerca un po' stupida su internet (scrissi "laurearsi a 30 anni" su un motore di ricerca), perché avevo intenzione di riprovarci con l'università a 27 anni, ma ero pieno di dubbi e venivo da un pessimo periodo. La tua storia ed i post che la raccontavano mi misero di buon umore, e così, adesso che ho praticamente finito ( mi manca solo la tesi, divento tecnico di radiologia) mi è rivenuto in mente questo sito. Complimenti per la laurea e grazie per la bella idea di questo blog, che al tempo mi ha dato una piccola spinta.

Antonio

Carlo D'Apuzzo ha detto...

Simone, innanzitutto complimenti. Una seconda laurea e con quella votazione! Sul blog ti capisco. Anche io penso cosa farò quando prima o poi andrò in pensione.Può scrivere di medicina d'urgenza un medico pensionato? Non lo so. Le cose che abbiamo fatto e scritto però rimangono e questo credo sia la cosa più gratificante. Nel caso decidessi di sospendere i lavori sappi che empills ti ospiterebbe a braccia aperte come autore! Un abbraccio. Carlo D'Apuzzo

Anonimo ha detto...

Complimenti, mi è capitato a volte di leggere il tuo Blog in questi anni, sei un esempio per tutti coloro che "lottano" per qualcosa di faticoso...Ci vuole impegno, precisione e perseveranza, "basta" questo per farcela.

Anonimo ha detto...

che bello da parte tua aver condoviso con noi le foto e quel video...! grazie!! hai proprio un viso buono e simpatico!! :) adesso vai in vacanza un po'! di nuovo congratulazioni!! Cecilia

Simone ha detto...

Affezionato lettore: grazie!

Antonio: complimenti davvero, in bocca al lupo!

Carlo: anche da pensionato penso che avrai sempre tanto da dire... e poi direi che manca un sacco di tempo e ci penserai dopo :)

Grazie per l'invito e la considerazione, lo apprezzo molto. Scrivere sul empills sarebbe un onore. A presto!

Anonimo: troppo buono, grazie!

Cecilia: mi pareva quasi dovuto. Grazie! :)

Simone

Anonimo ha detto...

Voci di corridoio parlano di una tua imminente iscrizione alla Facoltà di Lettere per il conseguimento della terza laurea....
Battute a parte, complimenti per aver raggiunto il traguardo!

Roberto

Giovanni ha detto...

Mi è rimasto un dubbio : nella carta intestata e nei biglietti da visita cosa farai mettere? Ingegner Navarra o Dottore Navarra?

Simone ha detto...

Roberto: no no, basta università... a parte master, corsi, specializzazioni eccetera :)

Giovanni: bella domanda! Magari conviene fare 2 carte e 2 biglietti diversi... che la gente se sulla ricetta del dottore trova scritto "ingegnere" magari si stranisce :)

Simone

Anonimo ha detto...

Super-super complimenti! Mi hai fatto una gran compagnia in questi anni, una compagnia positiva. Vedere che ce l'hai fatta mi dà ancora più fiducia, raggiungere i traguardi, anche quelli veramente difficili, è possibile. Rimettersi in discussione a 30 anni è possibile. Fare scelte controcorrente e riuscire è possibile.La tua è una bella storia| Saluti da un'anonima che era innamorata di uno psichiatra (e ogni tanto commentavo i tuoi articoli)

Simone ha detto...

Anonima: ciao! Grazie dei complimenti, in bocca al lupo e a presto!

Simone

Melania ha detto...

Inizio aprendo il mio primo commento facendo i mie più sinceri complimenti per il risultato raggiunto, per la tenacia ed il coraggio!!!
Mi imbatto questa mattina casualmente nel tuo blog, strano inizierò leggendo dalla fine e proseguirò a ritroso.
Ho sempre pensato di fare il medico nella vita,sempre, non so cosa sia successo quando per la prima volta non riusci a passare il test,da allora decisi di imbattermi in una laura triennale, tecniche di laboratorio biomendico,ma più frequentavo l'ospedale,più ero a contatto con i medici, più facevo esperienza e più la strada era chiara, ho preso la mia laurea triennale, ho affrontato un nuovo test d'ingresso a medicina, e poi sono rientrata, studio, mi impegno, mi applico,più vado avanti e più sono grata di aver fatto questa scelta, sono l'unica scema che risponde alle domande a lezione dei prof. mettendoci la faccia,non perdo mai l'attenzione anche se avvolte la strada è in salita, avvolte c'è lo sconforto,avvolte non tutto va secondo l'impegno speso per lo studio anche se la strada sarà lunga,difficoltosa io non mi arrendo. Continuo ad avere la stessa fame che ho sempre avuto perchè io vorrei mangiarmeli questi 6 anni!!!
Ti ringrazio,anticipatamente, dopo aver letto solo quattro o cinque post del blog, sono sicura che mi aiuterà molto.

Melania.

Alba ha detto...

Caro Simone, bravo bravo bravo. Tu dici che un libro con i post del blog non interesserebbe a nessuno. Da libraia, ti posso dire che invece un libro con le tue avventure romanzate,con il messaggio positivo di una persona che davvero non si arrende e SOPRATTUTTO persevera, un libro "bello e con un messaggio", come mi chiedono i clienti, sarebbe una idea molto apprezzata. L'orizzonte editoriale italiano e direi internazionale è proprio piatto e demotivante. Pensaci! Buone vacanze, Alba

Simone ha detto...

Melania: grazie, felice di esserti in qualche modo di aiuto. In bocca al lupo!

Alba: un discorso sono i lettori, a loro forse piacerebbe. Ho scritto 5 romanzi amati da tanti lettori e in genere chi legge molto apprezza anche libri fuori dai canoni 'standard'. Il problema è che gli editori mi dicono generalmente che scrivo male o che dico cose che pensano tutti, che copio autori che non ho mai letto o che semplicemente oltre al thriller o all'erotico non valutano niente.

Comunque penso che ci proverò... forse :)

Simone

Anonimo ha detto...

Ciao Simone, rinnovo gli auguri e i complimenti per la Laurea. Ora però che farai?? Continierai in ambito medico o in quello ingegneristico?

Roberto F.

Anonimo ha detto...

Roberto..dopo sei anni e tanti discorsi sull'insoddisfazione del suo vecchio lavoro credo che, a meno che non si voglia proprio del male, continui a fare il medico.

Anonimo perspicace

Simone ha detto...

Roberto: vorrei continuare nel settore medico!

Anonimo: :)

Simone

unabottadivita ha detto...

Per carità nessuno ti stalkerebbe immagino :) Però sapere come è "andata a finire" dopo che tutti hanno seguito i tuoi sforzi in questi anni magari farebbe piacere :)

Anonimo ha detto...

Ciao Simone, nei prossimi mesi affronterai l'esame di abilitazione per l'iscrizione all'albo dei medici?? E quando pubblicherai Il tuo prossimo post ?

Elena

Simone ha detto...

Unabottadivita: non so... è andata a finire che mi sono laureato. Meglio di così?! :)

Elena: i tirocini iniziano a ottobre con esame di abilitazione a febbraio. Non so ancora cosa fare del blog, mi dispiace!

Simone

Eddy ha detto...

Augurissimi Simone!

Simone ha detto...

Eddy: grazie!!!

Simone

Anonimo ha detto...

Ho seguito di tanto in tanto il tuo blog, ma non sono mai intervenuto con commenti. E' arrivato il momento di farlo.
Oltre a congratularmi con te per il traguardo raggiunto voglio dirti che hai tutta la mia stima e che sei per me una fonte di ispirazione.
Grazie.


Lorenzo

Simone ha detto...

Anonimo: grazie davvero! :)

Simone

Anonimo ha detto...

Ciao Simone, ho provato a spedirti una mail... Spero tu l'abbia ricevuta!
C.

Simone ha detto...

Credo di averti risposto! :)

Marco ha detto...

ciao Simone! complimenti, sei un grande! :-)

Simone ha detto...

Marco: grazie!!! :)

Antonio Vecchione ha detto...

Era un po' che non visitavo il tuo blog, mea culpa. Oggi entro e scopro che ti sei laureato. Quindi, seppure in ritardo, AUGURI! In questi giorni credo che spulcerò qualcuno dei tuoi post più vecchiotti; a breve dovrei prendermi la laurea triennale e ho un paio di idee da valutare su quale percorso intraprendere per la laurea magistrale. Qualche post motivazionale mi servirebbe. :) Comunque, ancora auguri e in bocca al lupo per tutto!

Dama Arwen ha detto...

ma ma… accidenti a Blogspot, io avevo risposto qui settimana scorsa ma il post non è comparso! :-(

Che bello vedere le tue foto nel giorno del traguardooo :-)

Simone ha detto...

Antonio: il blog è in stand-by, ancora non so tanto cosa fare. Comunque grazie di tutto!

Dama: ho controllato e non stai nemmeno nello spam, si vede che si è "mangiato" il commento quando hai postato! :(

Grazie comunque, contento che ti siano piaciute!!! :)

Simone

Anonimo ha detto...

Da studente medico a medico professionista?

Ancora complimenti,

Lettore affezionato

Juan Segundo ha detto...

posso complimentarmi anch'io? sì? bene: complimenti!!! non so che altro dire se non che sono contento per te, te la sei meritata!

Simone ha detto...

Juan: ciao carissimo, fa sempre piacere incontrarti di nuovo. Un abbraccio e grazie di cuore!!!

Simone

Studente ha detto...

Ciao Simone, seguo da un po' di tempo il tuo blog, colgo l'occasione per farti i complimenti sia per la laure, sia per la bella scrittura.
Ti consiglio di continuare a scrivere post riguardanti la tua vita da medico, questo perché ti capiteranno sicuramente eventi interessanti da descrivere. Ad esempio, i tre mesi di tirocinio post laurea (che per me dovrebbero integrare nel sesto anno), oppure potresti parlare delle nuove tecnologie applicate nelle Emergenze.
Ma anche sostituzioni del medico di famiglia, Guardia Medica (o meglio, medico di continuità assistenziale), medico accompagnatore, se proverai a farle.
Non sono certo io a doverti suggerire cosa fare , hai già una grande inventiva dalla tua parte ;)

Ps. Dopo questo "pippone", volevo solo aggiungere che sono al sesto anno di medicina, dopo aver fatto un'altra laurea, ma ancora non vedo la fine, devo metterci maggior impegno come hai fatto te!