22/12/09

Ebook di Natale: Codice Aggiunto (fantascienza, horror)

Codice Aggiunto: nel futuro prossimo un giovane matematico, clone di un personaggio dall'identità misteriosa (ma che ha ovviamente un ruolo fondamentale nella trama), viene assunto come ricercatore in una grossa società di ingegneria genetica.


Formato per lettori portatili: Simone Maria Navarra - Codice Aggiunto.pdf (990 Kb)

Come promesso credo tre o quattro volte nel corso degli anni, vi faccio una specie di regalo di Natale rilasciando l'ebook del mio secondo romanzo (il primo è la Sindrome di Reinegarth, che trovate già tra gli ebook in download).

Si tratta di un horror fantascientifico di quelli che scrivevo un sacco di tempo fa, e che a suo tempo ho anche pubblicato con contributo. In questa versione ho sistemato un minimo le d eufoniche e l'assalto dei miliardi di puntini di sospensione, ma per tutto il resto - almeno per il momento - preferisco lasciarlo così com'era.

Poi io, almeno per ora, non lo dico. Ma se qualcuno vorrà scrivere una recensione o una segnalazione, è liberissimo di spoilerare la trama e dire chi è il personaggio da cui è stato clonato il protagonista.

In ogni caso, il vero regalo di Natale lo farete voi a me leggendo questo lavoro a cui tengo davvero molto, e parlandone magari anche un minimo sui vostri blog e sui siti che frequentate.

Adesso vi lascio con una breve presentazione - inserita anche nell'ebook - con cui spiego perché ho deciso di rendere disponibile il romanzo senza fare prima un più corposo lavoro di editing.

Tutti i problemi del Codice Aggiunto

Nello scorrere tra l'altro molto rapidamente il testo che avete tra le mani (o – cosa più probabile – aperto sullo schermo del vostro PC), sono il primo a rendermi conto di tutta una serie di problemi, guai, magagne e imperfezioni presenti nel testo:

- Il linguaggio che ho utilizzato nei dialoghi è a dir poco raccapricciante, al punto che se mi mettessi lì a togliere tutte le parolacce, temo che vi resterebbe ben poco da leggere. La mia idea era quella di descrivere realisticamente il modo in cui si esprimevano gli ingegneri e i ricercatori universitari che frequentavo all'epoca, e temo purtroppo di esserci riuscito.

- Alcuni riferimenti religiosi che compaiono nella storia mi sembrano oggi mal posti, o addirittura di cattivo gusto.

- A dieci anni di distanza, la mia tecnica narrativa ha raggiunto ormai livelli di eccellenza elevatissimi. Oppure è questo libro a essere scritto veramente da schifo. Sinceramente, non saprei dirvi.

- Errore molto più imperdonabile di una certa imperizia tecnica, ma che forse non tutti avrebbero notato, è la mia pressoché totale ignoranza di qualsiasi nozione reale di biologia e di genetica, ai tempi della stesura del romanzo.

Per quanto assolutamente ininfluente ai fini della storia (visto che si tratta di un horror fantascientifico che non si aspetta di essere preso sul serio) una maggiore attenzione ai termini e agli esempi proposti nel romanzo avrebbe certamente portato a un lavoro più valido. Tra gli esempi più evidenti troviamo l'improprio utilizzo del termine codice genetico (generalmente confuso con quello che invece è il genoma) e il fantastico miscuglione che ho fatto tra la teoria di Darwin e quella che invece era di Lamarck.

Oggi come oggi, insomma, rimettere le mani su questo romanzo vorrebbe dire riscriverlo praticamente da zero. Se c'è una cosa, però, che si salva di questo mio libro, e che mi ha spinto a riproporlo dopo tanto tempo, sono certe idee di fondo in esso contenute e che ritengo tuttora valide e degne di essere lette.

Questo Codice Aggiunto, insomma, al di là di tanti problemi, è un libro fatto e finito. Potrei ripromettermi di correggerlo altre cento volte, e magari un giorno lo farò per davvero. Ma intanto lo rendo disponibile così come lo trovate, sperando che mi perdonerete di essere stato un po' troppo giovane e un po' troppo superficiale nel raccontare una storia che, di questo ne sono sicuro, meritava comunque di essere scritta.

Simone

17 commenti:

Gloutchov ha detto...

Scaricato ^_^

Roby ha detto...

Idem

dactylium ha detto...

Ciao Simo!

Passo per gli auguri di Natale, e te li lascio in questa sede anche se hanno poco a che fare con un horror fantascientifico.

Ma, a proposito, puoi rilasciare liberamente un libro che è stato pubblicato? (seppur con contributo).
Come si gestisce la licenza in questo caso?

Tornando al Natale, poi mi aspetto un post con i regali ricevuti.
Ma sei riuscito a finire il prosciutto intero dello scorso anno? ^^

Be', ti auguro di passare delle buone festività.
E, se non mi faccio vivo prima, già che ci sono ti auguro anche un felice anno nuovo.

Un saluto, dacty

Simone ha detto...

Glauco/Roby: grazie!

Dacty: scaduto il contratto di pubblicazione i diritti sono tornati miei. A suo tempo ho contattato l'editore, e mi sono fatto mandare una lettera con cui chiarivamo definitivamente la cosa, e ora non ci sono altri problemi. Spero ^^.

Riguardo ai regali... il prosciutto alla fine l'ho dato a mia madre che credo ci abbia fatto il brodo o non so cosa. Per il resto il regalo me l'hanno fatto i prof di Anatomia, e mi pare di averne già parlato! ^^

Buone feste anche a te, ciao e grazie della visita!

Simone

Ariano Geta ha detto...

Beh, grazie del regalo e auguri di buone feste!

Federico Russo "Taotor" ha detto...

Scaricato, mi metto a leggerlo. ;)
Tanti auguri!!

Simone ha detto...

Ariano: ma figurati! E auguri! ^^

Federico: ottimo, grazie!

Simone

TIM ha detto...

Ho scaricato e mi appresto a leggere con mucho gusto!
Come si suol dire di questi tempi: tanti auguri!!
Temistocle

tgnamaste88@gmail.com

Simone ha detto...

TIM: grazie, e auguri anche a te!

Simone

Sauro ha detto...

Scaricato e anche già letto!

A me è piaciuto molto. Idea simpatica ed originale, mi pare. La lettura è scorsa piacevolmente, senza intoppi.

Complimenti!

Simone ha detto...

Sauro: già letto?!?!?! ^^ Sono contento che ti sia piaciuto, grazie per il commento!

Simone

Sauro ha detto...

Te l'ho detto, scorre via liscio liscio! E il commento era dovuto, visto il regalo ... per l'appunto, preso dal lavoro, non mi ero ancora ritagliato il tempo per trovare qualcosa da leggere in queste feste, e nessuno dei miei parenti e amici mi ha regalato un libro, nonostante tutti sappiano quanto mi piace leggere (ho ricevuto solo un profumo).
Il tuo regalo è stato più che apprezzato!

Simone ha detto...

Sauro: benissimo! Il prossimo anno proverò a regalare i miei ebook anche a parenti e amici... chissà come reagiranno?! ^^

Simone

Anonimo ha detto...

I’ve recently started a blog, the information you provide on this site has helped me tremendously. Thank you for all of your time & work.

Anonimo ha detto...

grazie

Anonimo ha detto...

Bel libro, scorrevole, ma ho notato che spesso non metti l'acconto su 'dà' (terza persona di "dare", ma probabilmente sono solo errori di batitura^^

Simone ha detto...

Grazie! Sì ci stanno un po' di errori andrebbe tutto un po' risistemato... ma essendo un lavoro così vecchio non ho il coraggio di rimetterci le mani!: )

Simone