10/05/11

Seconda laurea in medicina: si avvicinano gli esami!

Il 27 Maggio (o giù di lì) termineranno le lezioni del secondo semestre di questo terzo anno... e ovviamente inizieranno gli esami.

A questo giro ho da dare "Metodologia medico scientifica VI - epidemiologia e semeiotica clinica", "Cardio barra Pneumo" e un po' di pezzi di Farmacologia.

Metodologia eccetera eccetera col nome che non finisce mai sarebbe il corso che ti insegna a visitare il paziente (almeno sulla carta, che nella pratica è tutto un altro paio di maniche) dove fai i primi tirocini nei reparti, impari un po' di nozioni apparentemente scorrelate di fisiopatologia, e poi c'è una parte di statistica tanto per, che di fare l'esame di statistica a parte si vede che non gli andava.

Personalmente, data la mole praticamente infinita di cose che sarebbero in teoria da sapere, temo che l'esito di questo esame dipenderà - più che dallo studio in sé - principalmente dal professore che ti interroga. Comunque è un esame semplice, qualcosa credo addirittura di averla appresa durante i tirocini in reparto, e dopo le mazzate dell'anno scorso con Biochimica e Microbiologia qui non dovrei faticare troppo.

Cardio barra pneumo invece è un altro paio di maniche. Nella meravigliosa tradizione dei corsi integrati, l'esame consiste di un po' di Fisiopatologia, un po' di Anatomia Patologica, un po' di Farmacologia, un po' di Radiologia e un po' di Medicina di Laboratorio. Il tutto appunto "integrato" nelle varie parti che parlano delle varie patologie di cuore e polmoni (da cui il nome dell'esame, appunto).

Il problema è che avendo mescolato tutte le materie, anche solo capire cosa bisogna studiare diventa un'impresa: alla fine ho qualcosa come SETTE libri diversi, ognuno di lunghezza variabile dalle 100 alle 750 pagine.

E questo Cardio/Pneumo è l'esame che punto a dare per primo. Tutto sommato non è difficile (anche se pare che lo scritto non sarà proprio semplice) ma è il solito mega-mattone di migliaia di pagine che solo a ripetere tutto ci vogliono 2 settimane, per cui spero di non portarmelo appresso per tutto Luglio.

Infine - come dicevo - ho un po' di pezzi di Farmacologia da dare: per farla breve da qui al quinto anno ci sono una dozzina di esamini sui farmaci, e adesso dovrei iniziare a dare i primi. Il bello è che la Farmacologia è stupenda, mentre il brutto è che studiare la Farmacologia è orribile quasi quanto studiare Biochimica... visto che tutto sommato è la stessa roba con in più dei nomi di farmaci da sapere a memoria. Un sacco di nomi di farmaci da sapere a memoria.

Per il resto continuano anche i tirocini e gli internati vari. Al momento è già tanto se ci fanno visitare qualcuno CHE STA BENE, ma intanto sto iniziando più o meno a capirci qualcosa... e sulle varie esperienze in reparto vi scriverò a breve qualche altro racconto.

Simone

9 commenti:

Dama Arwen ha detto...

non so perché, ma quando ti leggo mi viene da ridere, nel senso buono, per COME racconti le cose :-P

Attendo le narrazioni del reparto!

TIM ha detto...

In effetti sembra tutto così facile...
Temistocle

Simone ha detto...

Dama: grazie! Credo che si possano raccontare cose tutto sommato banali in modo comunque piacevole... e spero anche di riuscire prima o poi a farlo! ^^

Tim: facilissimo!

Simone

Daniela ha detto...

ciao Simone, grazie per tutte le informazioni che dai. Come è possibile contattarti personalmente? Vorrei chiederti maggiori informazioni sullo studio a medicina. Grazie!

Daniela ha detto...

Ciao, grazie per tutte le informazioni. Se mi prendesse l'idea di iscrivermi (cosa che sta quasi succedendo) saprai che in parte ne sei responsabile ;-)
Ma come è possibile contattarti per altre, più dettagliate informazioni?

Simone ha detto...

Grazie! Puoi scrivermi a simone.navarra@virgilio.it.

Simone

quasilaureata ha detto...

mi sono imbattuta nel tuo blog e mi chiadevo come , e dove, tu fossi riuscito a buttarti nell'impresa della seconda laurea, ovvero quali fattori addizionali, oltre alle tue indubbie capacita', ti permettano di conciliare studio, lavoro e volontariato...
diciamo che se mi vien la voglia di copiarti , vorrei almeno qualche consiglio.
beh, un bravo non te lo toglie nessuno, sopratutto perche' , come dice un mio professore , l'importante e' crederci.

Simone ha detto...

Quasilaureata: ciao! Intanto, come dico sempre, io ho la fortuna di avere un lavoro con la mia famiglia, molto flessibile e che tutto sommato mi impegna per un tempo ridotto rispetto magari a chi ha un lavoro a tempo pieno.

Poi credo che la cosa più difficile sia stata imporsi di stare sui libri il fine settimana e durante le vacanze, quando magari amici e parenti ti dicono che vanno al mare o in giro a qualche festa.

Insomma per prima cosa serve una situazione economica stabile, e poi un po' di tenacia.

Ciao!

Simone

Giò ha detto...

Ciao Simone prima di tutto COMPLIMENTONI sei un esempio per molti. Ascolta vorrei chiederti un consiglio. Secondo te è possibile con un lavoro che ti impegna solo il pomeriggio, studiare medicina?
Grazie