06/09/13

Ho iniziato a usare l'ecografo!

Quello che uso io, è del tutto diverso.
Il 2 Settembre ho fatto dermatologia, e questo lo sapevamo.

Il 3 ho fatto la notte in reparto, e hanno iniziato a farmi usare l'ecografo per preparare la tesi oltre che (si spera) per imparare semplicemente a usarlo ed applicarlo nella mia futura pratica clinica.

Prendi la sonda, ci metti sopra quella gelatina appiccicosa che praticamente in reparto ritrovi attaccata a qualsiasi cosa (sperando sempre che sia SOLO il gel dell'ecografo, appunto) la punti nel punto giusto del torace... et voilà: vedi di tutto.

Il cuore che pompa con le arterie, le valvole che si aprono e si chiudono, le pareti che si contraggono. Vedi i polmoni nello spazio tra una costa e l'altra. Vedi il diaframma che sale e scende, con sotto la milza. Il fegato, e se sei bravo anche la colecisti, i dotti biliari, i reni...

L'ecografo è come una finestra aperta sull'essere umano. Sembra il coso di Star Trek che fa tipo uuuuuuuuuu (ok, non so di preciso come fa) mentre il dottore lo guarda con un occhio aperto e uno mezzo chiuso e capisce subito che cosa ha l'ammalato.

Solo che non fa nessun rumore e capire cos'ha il paziente è tutto un altro paio di maniche... però, insomma, pure la versione che abbiamo noi non è del tutto da buttare.

Piccola nota per chiedermi: ma quanto sono fortunato di aver trovato dei professori che mi fanno fare queste cose, già da studente? Io penso di esserlo molto, perché i reparti non sono tutti così.

E vabbe', digressioni a parte: wow, fantastico, meraviglioso. Come è eccitante la vita degli studenti universitari, non vorreste iscrivervi a medicina prima di subito pure voi?

Solo che poi però è finita lì: praticamente per studiare psichiatria non sono partito, non sono andato al mare, non sono entrato in letargo e insomma niente. Il fatto poi che non c'ho voglia di studiare e sto facendo pochissimo la dice lunga su come stia sfruttando bene queste giornate. Praticamente, la cosa su cui mi sto impegnando di più è il blog... e anche questo post fa un po' schifo, almeno secondo me.

Come se non bastasse, il mio professore questa settimana non c'è. E io avrei voluto chiedere ad altri strutturati se posso frequentare quando ci sono loro, ma ancora non l'ho fatto e insomma non posso nemmeno andare in reparto perché non c'è nessuno che mi si caghi.

E dunque, penso di aver toppato: avrei dovuto farmi qualche giorno di vacanza prima dell'esame, col rischio di non passarlo, piuttosto di puntare all'esame posticipando la pausa a dopo, col rischio di non passare l'esame lo stesso e di beccare pure il brutto tempo e rimanere fregato 2 volte.

E ok, insomma: che lagna. Si vede che terrò a mente la cosa per la prossima volta... con la speranza però che questa sia l'ultima estate che passo da studente universitario e che una prossima volta - semplicemente - non ci sarà.

Simone

19 commenti:

ThereseM ha detto...

Oppure fare viaggio mare e letargo dopo psichiatria... nei pressi di Palma de Mallorca!!!!
E magari ti porti appresso l'ecografo!

Teniamo botta!!!!
Ciao!

Simone ha detto...

Hmmm... mi sa che finiti gli esami avrò tipo 3 giorni liberi prima dell'inizio dei corsi. Magari meglio andare in un posto più vicino! :)

Simone

Nimbus ha detto...

"L'ecografo è come una finestra aperta sull'essere umano. Sembra il coso di Star Trek che fa tipo uuuuuuuuuu"

Poesia.

Simone ha detto...

Eh sì, alle volte non so nemmeno io come mi vengono :)

Simone

Fra ha detto...

Il post non è brutto!!
E quando ho letto il titolo avevo letto per sbaglio "Ho iniziato a usare l'AEROGRAFO" e mi sono detta "ma che cavolo dice Simone?!!! XD

Simone ha detto...

Sì, ho deciso di passare dalla medicina alla pittura... che dopo scrittore e ingegnere ci sta, no?

Simone

Unknown ha detto...

L'ecografia è molto molto utile, con un massaggio sul paziente puoi ricavare una varietò incredibile di informazioni ma ci vuole tanta tanta tanta pratica :)
Io dico sempre che serve un'interfaccia mano-cervello per usarla :)

Veronica ha detto...

Le ecografie sono gli esami migliori! Indolori, si imparano un sacco di cose, ti puoi muovere e puoi guardare, mi sono appassionata anch' io. Quando devo farmi ecografare (?) non do tregua al medico, quello cos' è? E quello invece cos' è??

Anonimo ha detto...

Hey ho bisogno di aiuto.
Perfavore non hoidea di come fare enon so a chi chiedere. Ho fattoil test a medicina, è la terza volta e ho fatto un punteggio di circa 25,non è ufficialema leggendo le risposte corrette è quello che credo. In questi 2 anni come corso singolo ho fatto biologia e ho preso 28, chimica 26, anatomia 1 28 anatomia 2 30, immunologia 28 ora ionon so cosami succede ma duranteil test vado nelpallone,anche 6per 8 ci devo pensare. Ilproblema è chemipiace studiare medicina mi piace scoprire come funziono. Il fattoè questo se dico ai miei genitori chenon l'ho passato come annunciato a giugno, devo trovarmi un lavoro. Abito in un piccolo paese dell'abruzzo e facevoilpendolare fino all'università tutte lemattine. stavo pensando di mentire. Faccio altri 3 esami come corso singolo ed aspetto aprile. nel frattempo vado all'università. Se dico la verità non credo dipoter subire la gogna della mia famiglia e di tutto il paese. Preferirei sparire. Ps hanno tolto il bonus ed io avevo 9. Con mio padre nopn sipuò parlare per lui è già inconcepibile studiare,ècamionista e questo per lui è ilmio futuro. Ilmovimento terra .Aiuto,prego in un miracolo nell'errore del lettorer che corregge i compiti.Come posso fare, possibile che questo sogno non diventi mai vero? Aiutatemi.
Cristiano

Simone ha detto...

Cristiano: cavolo, mi dispiace davvero!

Evidentemente sei troppo ansioso durante il test, se non riesci a fare nemmeno una moltiplicazione!

Ora io non so bene cosa dirti e parlo un po' a casaccio, comunque:

1) Sicuro di voler fare un lavoro che ti tiene sotto pressione? Cioè se vai nel panico in un test non pensi che ti stresserebbe lavorare con gente molto malata?

2) Mentire non mi pare una grossa idea, ma non lo so non conosco i tuoi. C'è gente che mente per 10 anni e poi... che fai se non entri?!

3) Hai fatto un po' di esami che da me sono al terzo anno... ma sarà vero quello che dici o è una presa in giro?! :)

4) Se è vero che hai fatto degli esami e tutto, da qui ad aprile puoi dire ai tuoi che lavorerai in qualche modo (anche portando la terra come dici) però studierai anche e continuerai a provare. Mi pare un compromesso accettabile e molto più sensato di inventarti titoli lauree ammissioni (e esami?) che non esistono.

Simone

Anonimo ha detto...

Gli esami li ho sostenuti a Torvergata come corso singolo,si paga un tot ad esame e ne puoi fare 3per anno.Nonsono un tipo normalmente ansioso, lo scritto di chimica e di biologia e immunologia li ho svolti tranquillamente, con la normale ansia di uno studente che tiene a quello che sta per fare....e mi dispiace nonessere creduto. Viaggio con una linea privata Cialone che fa la tratta Civitella Rovereto Roma Anagnina.Anatomia 1 bio e chimica sono al primo anno,immuno al secondo anno eil 2 ott ho fisiologia. L'aut aut mi è stato dato prima dell'estate sono in difficoltà ho chiesto aiuto, tu dai sempre consigli io invece vengo interrogato. Mio padre, lavoratore accanito, mi vuole bene ma non mi capisce. Enon si capacita di come riesco a dare esami e non a superare il test.Nulla comunque, cercavo una voce amica. Cristiano anzi uso ilmio vero nome Christian.

Anonimo ha detto...

Volevo solo temporeggiare fino ad aprile perchè la vergogna è tanta. Non millanto titoli o lauree. E nonj posso seguire i corsi e lavorare la mattina esco di casa alle 4.45 e rientro alle 16.30,nel parco mezzi della mia famiglia i mezzi escono all'alba e tornano nel pomeriggio. Ho sentito spesso dire .. ah se fossi nato in una famiglia ricca... invece io dico... se fossi nato a Roma. cmq sono in difficoltà. Saluti, continuerò a leggerti, Christian

Anonimo ha detto...

Ciao Christian, io se fossi in te non mentirei ai tuoi genitori. Non superare il test a medicina non è una vergogna indicibile, ci hanno provato in 80.000 per pochi posti! Chiedi un'ultima chance per aprile ai tuoi genitori, con la convinzione che sia davvero l'ultima, poi cambi strada, che può voler dire anche andare a lavorare e mettere i sogni nel cassetto.

Simone ha detto...

Cristiano mi dispiace di averti in qualche modo "interrogato" o offeso, solo la tua è un'esperienza diversa da tante che ho sentito ed ero un po' perplesso!

A parte le domande e tutto, sembra che siamo d'accordo sul non raccontare cose non vere ai tuoi per non peggiorare la situazione.

Quello che hai fatto tu è davvero fuori dal comune: non ho mai sentito qualcuno seguire e fare esami da esterno come hai fatto tu, in genere ci sono persone che si iscrivono a un'altra facoltà e poi danno esami del primo anno di medicina... non pensavo nemmeno esistesse una possibilità come quella che stai usando tu.

Bene così allora, ci mancherebbe! :)

Insomma bo' a fare dei corsi senza entrare a medicina comunque realizzi poco, no? Per me devi parlare coi tuoi e spiegargli che vuoi riprovare il test.

Se devi per forza lavorare perché te lo impongono i tuoi io parlo di studiare per il test (non per altri esami) e prepararti insomma a passare l'ammissione senza fare magari nemmeno avanti e indietro tra casa e Roma per andare a seguire.

Secondo me al limite puoi iscriverti a un'altra facoltà e intanto dare esami lì, così nel tempo se non entri ancora a medicina almeno ottieni qualcosa e pure i tuoi vedendoti andare comunque all'università si calmeranno un po'.

Insomma dici ai tuoi che non sei passato, ma che sei determinato a riprovare. Gli dici che fino ad Aprile lavorerai studiando (PER IL TEST!) oppure ti iscriverai a un'altra facoltà sempre però con l'idea di riprovare il test.

Ok? Così almeno hai qualcosa con cui "presentarti" diciamo, e se loro sono negativi su tutto (riprovare e lavoro, altra facoltà eccetera) poi puoi pensare a qualche altra alternativa ma intanto la metti così.

Aggiungerei che ora insomma fare 1 o 2 esami di medicina è davvero una cosa superflua che puoi rimandare a quando entrerai, e 2 sul tes devi lavorare molto magari facendo qualche lezione con qualcuno che insegna queste cose e provando tanti test degli scorsi anni. Se durante il test ti blocchi di nuovo è un cavolo e tutt'uno, no? :)

Dai stai tranquillo e scusa per prima, ciao!

Simone

Simone ha detto...

E poi la vergogna comunque levatela dalla testa! Entra uno su 8 e ci vuole culo, se la metti così sul privato e personale sbagli. Non sei entrato, e sticazzi. Ok? Niente vergogna e chi ti critica o ti prende in giro è un cretino.

Simone

Nimbus ha detto...

Cristiano, caspita...
Per passare ci vuole culo, ma anche tantissimo esercizio e mente elastica... Io non sono materialmente riuscito a farle tutte e di solito ci mettevo meno di un'ora. Sono entrato nel panico e non mi succede mai :)
Parla coi tuoi, è inutile mentire. Spiega loro cosa pensi e sii convinto della tua scelta, credo che capiranno, no?
Per il resto, concentrati su come svolgere i test, hai tutto il tempo per biologia e chimica, se acquisisci sicurezza e velocità nel calcolo, sei a post!

Anonimo ha detto...

Cristiano per meglio evadere il quesito se dire oppure no la verità ai tuoi genitori, ti consiglio di leggere un gran bel libro: L'Avversario di Emmanuel Carrere. Narra di un uomo che fin dall'univeristà comincia a fingersi studente di medicina e poi, una volta (non) presa la laurea, avvierà a millantare un prestigioso incarico di medico nientemeno che all'Organizzazione Mondiale della Sanità. Alla fine, Jean-Claude Romand, così si chiama il protagonista, finirà per sterminare moglie, figli e genitori. Ora è in cella, si capisce. È una storia interessante, narrata magistralmente. Magari può ispirati un'uscita di sicurezza che non faccia difetto alle tue doti, se effettivamente ne hai. Un'uscita verso il bene oppure perché no, magari anche verso il male.

Simone ha detto...

Veronica: è vero. Viva le ecografie!!!! :)

Simone

Dama Arwen ha detto...

"L'ecografo è come una finestra aperta sull'essere umano. Sembra il coso di Star Trek che fa tipo uuuuuuuuuu" >>>> MUOIO! AHAHAHAHA