09/09/00

Lavori in corso...

Adoro scrivere libri! Meno male che ho smesso...
Ve l'avevo promesso, ed ecco le prove che ci sto lavorando:

Qualche giorno prima di partire per le vacanze ho selezionato tutti i post che definirei "più o meno interessanti" del blog, li ho impaginati, li ho stampati e li ho portati con me con l'idea di correggerli e dare al tutto una forma - per quanto possibile - omogenea.

Inutile dire che in vacanza il tutto è rimasto in valigia, e mi sono ben guardato dal leggere e - vade retro! - tanto meno scrivere qualsiasi cosa.

Adesso però che sono tornato già da un po' ho finalmente iniziato a lavorarci... e questa foto che pubblico ne è per l'appunto la prova.

In linea di massima mi pare che potrebbero venire fuori, in alternativa:

1) Due libretti piccolini. Uno a tema "tirocini da studente di medicina", e uno a tema "ingegnere che si iscrive a medicina".

2) Un libretto un po' più corposo, dato dall'unione dei due.

Ora bisogna vedere come andrà il lavoro. Da un lato io tendo molto all'idea di scremare, tagliare e distruggere tutto quello che non è abbastanza valido o interessante. Per cui i due libretti potrebbero ridursi a tal punto che unirli diverrebbe l'unica soluzione per tirare fuori qualcosa con una lunghezza minima accettabile.

Da un altro lato credo che un libro, per quanto autoprodotto e messo online su un blog, debba avere una sua coerenza. Per cui un testo che salta di palo in frasca da argomenti opposti (io che parlo del test di ammissione, per fare un esempio, e poi un tirocinio in reparto) non mi piacerebbe molto.

Insomma vedremo.

Quello che rimane da sottolineare, è come non ricordassi assolutamente quanto fosse faticoso, noioso e pesante il lavoro di assemblaggio, revisione ed editing di un testo. Oggi ci sono stato più di mezzo pomeriggio, e alla fine sono... a quanto? Un ventesimo del lavoro? Speriamo che una volta ripresa la mano le cose si velocizzino un po'.

Ma chi dice che la scrittura è una cosa bella che ti rapisce, ti riempie, che ti rende felice e tutte 'ste boiate qua?! Tutta gente che un libro vero non l'ha scritto mai. Ma datemi retta, non credetegli, che non è vero: scrivere un libro è come studiare per gli esami, ma che poi però alla fine nemmeno ti laurei. Lasciate perdere.

Iscrivetevi, piuttosto a Medicina pure voi... o, al limite, a Ingegneria.

Simone

10 commenti:

Cristina ha detto...

Bentornato!
Scrivere è bello, anche se alla fine non ti laurei. Questo è vero, ma stare ore e ore in compagnia delle "sudate carte" secondo me è affascinante.
Però se dovessi cambiare idea seguo il tuo consiglio e mi iscrivo a Medicina, che forse è più utile...
Alla prossima!

Anonimo ha detto...

Ma la penna rosa? Sei proprio chic :) Mi fa piacere sapere che sei sempre operoso, sei in gamba, ma.... ora che gli esami sono passati, la tesi discussa...dicci di te, facciamo gossip: ma la miss Navarra esiste? Hai mai provato interesse per qualche compagna di corso? Avendo scelto di condividere la tua carriera universitaria, le tue emozioni on line, sono ora curiosa di questo aspetto: il cuore da ingegnere a medico. Cosa è accaduto?
Valentina

dactylium ha detto...

Non ce n'è, sei scrittore nell'anima!
La laurea in medicina è stata solo un intermezzo della tua vera vocazione! ;-)

Assemblaggio, revisione, editing... sfortunatamente questa è la parte più noiosa dello scrivere che, come ben sai, chi ha la fortuna di avere un editor di una casa editrice probabilmente neppure deve sobbarcarsi... :-(

Ben tornato!
Ciao, dacty


Simone ha detto...

Cristina: a me più che affascinare fa venire mal di schiena!!! :)

Valentina: la penna è rossa ti pare che scrivo rosa?! E scusa ma il blog parla (o parlava) di altro :)

Dacty: si ma insomma come inizio non mi fa troppo impazzire quello che sta venendo fuori, e davvero un po' mi stanca. Vedremo alla fine.

Simone

Anonimo ha detto...

"Scrivo per un'infinità di motivi. [..] Non certo per divertimento. Ci faccio una fatica nera. La più facile delle mie pagine esce spensierata da una decina di penosi rifacimenti. Scrivo with a deep distrust and a deeper faith."(Beppe Fenoglio)


F.

Dama Arwen ha detto...

Certo, come no! Mò mi iscrivo sicuramente anche io all'Uni!!!

………… naso da pinocchio! :-P

Beh, che dire, buon lavoro di revisione^^
Attendo fiduciosa

Arianna ha detto...

Ciao Simone. Con la croce rossa facevi trasporto o primo soccorso?

Simone ha detto...

Facevo un po' di cose... principalmente trasporti, 118, corsi blsd. Ora come medico spero di ricominciare un po', ma prima devo abilitarmi.

Simone

unabottadivita ha detto...

Ciao Simone, che stai facendo?
Mi sembra troppo tempo che non sappiamo i cavoli tuoi (anche se lo so che il blog non è più in attività al 100%).
Ciao :)
Tartaruga

Simone ha detto...

Tartaruga: ciao!

Ho fatto la domanda per l'esame di stato (che sarà a febbraio) e sto finendo di correggere l'ebook del blog. Poi dovrò fare una copertina in qualche modo e penso di metterlo online qui.

Il blog è diciamo in stand-by... ma davvero il post laurea per i medici è soprattutto tempo perso per cui c'è anche poco da dire.

Ciao!

Simone