20/09/12

E pure il quarto anno di Medicina è finito.

Una piccola parte dei libri per le patologie integrate.
Medicina di laboratorio è andata bene.

Non che abbia preso questo voto brillantissimo, ma se un esame proprio non ti piace secondo me va bene qualsiasi cosa così finalmente te lo levi dalle scatole e - almeno per il momento - hai finito di penare.

E insomma non mi pare quasi vero di poterlo dire, ma con l'esame di oggi ho dato tutte le materie dell'anno ed è finita: il quarto anno di medicina scivola rapidamente alle mie spalle, offuscato da mezza giornata piena di distanza temporale che lo rende già un ricordo che si allontana e si spegne.

A mai più rivederci, care e immense patologie integrate. Addio a mezza Farmacologia e a quasi due terzi del programma di Anatomia Patologica. Ciao urologi e infettivologi e reumatologi ed ematologi.

E soprattutto voi, gastroenterologia ed endocrinologia: grazie di tutto il tempo speso insieme. Grazie per l'ansia, lo stress e le milioni di ore spese su Wikipedia a cercare le cose che non trovavo sui libri ma no: non siamo fatti l'uno per le altre, e le nostre strade si dividono per sempre.

Almeno finché non scoprirò che c'è un altro esame uguale pure al quinto. E m'immagino anche al sesto anno, perché Medicina funziona così.

Ma ok: verranno altre materione e altri esamacci, ma ora come ora - in questo preciso momento - mi sento scarico e leggero come uno appena uscito da sotto una montagna di granito... anche se il quarto anno di medicina è comunque peggio.

Ora è il momento di tirare un po' il fiato. Una decina di giorni pieni prima dell'inizio delle lezioni, e il tempo per riposarmi un po', sistemare qualcosa in ufficio rimasta in sospeso, tirare le somme di questi quattro anni e di fare anche qualche progetto.

Sicuramente sono contento. Contento e soddisfatto. E ci mancherebbe: dopo l'oscura piega che avevano preso gli eventi dopo Natale, quando in due sessioni di esami non ero riuscito a portare a casa manco una verbalizzazione, avevo iniziato a disperare di arrivare a fine anno con tutte le cose messe così bene a posto.

A un certo punto pareva proprio che l'anno lo stessi perdendo, con tutte le conseguenze di una cosa del genere per uno che ha già un'età ben al di sopra il limite massimo generalmente ritenuto normale per chi sta ancora all'università. E il fatto che alla fine le cose si siano riprese così tanto mi fa capire che anche di fronte alla situazione più nera e agli eventi più sfigati bisogna sempre continuare a puntare al proprio obiettivo in attesa che il vento cambi e la situazione migliori.

Che poi così suono tanto come una specie di idiota fomentato per cui chiariamo che no: non è così. Sono uno studente (ultra) trentenne, e faccio cose semplici come dare gli esami. Ma anche nelle cose semplici ci può stare qualche intoppo, ma alla fine per fortuna sono il genere di intoppi che si risolvono.

E accenniamo anche un minimo al futuro. Al quinto anno di Medicina, che sta per iniziare.

Ora al quinto anno ci sono dieci esami, che sono una marea. Iniziare senza roba da recuperare sul groppone è già il primo passo per poter affrontare subito gli esami nuovi potendosi concentrare solo sulle cose che stanno per arrivare, invece che su quelle passate.

In questi giorni mi sa che passerò anche a Medicina d'urgenza a chiedere per l'internato, e forse capirò finalmente di che morte devo morire per quanto riguarda la tesi.

Uff... sono stanco. Sono spompato, più che stanco. È vero che ho appena detto di sentirmi leggero, ma sono allo stesso tempo cerebralmente esaurito. Credo che si noti pure da come ho scritto queste righe, con frasi un po' più pesanti del solito che ho davvero difficoltà a rendere scorrevoli.

Comunque, complessivamente, resta il fatto che sono contento. Pure questa è andata, e avanti così. Verso un futuro che è ancora un po' un'incognita, ma che 4 anni fa mi pareva proprio un progetto folle e inarrivabile.

Grazie a tutti per gli incoraggiamenti. Per i tweet, i commenti, i link, i post, gli sms e tutti i modi più o meno fantascientifici con cui mi arrivano i vari inboccallupi prima degli esami. Che se dovevo fare tutto da me, era davvero tutto un po' più complicato.

Grazie - davvero - di nuovo a tutti. E a risentirci presto per tutte le novità.

Simone

24 commenti:

Eilan82 ha detto...

Grande Simoneeeeee!!! :D
Visto che alla fine ce l'hai fatta? E ora goditi il meritato riposo! ;)

Simone ha detto...

Eh sì... grazie! :)

Simone

Anonimo ha detto...

Ho pensato una cosa, visto che sei stato così bravo, così in corso... ti propongo un appuntamento.
io e te, tarda mattinata, potremmo incontrarci in facoltà... vuoi venire a fare il test d'ingresso con me il prossimo anno? ci mettiamo vicini vicini... hai 12 mesi per pensarci... perfavore...
:))))))))
:))))))))
:))))))))
Martina

Simone ha detto...

Sì sì certo!!! Ah, cavolo, ma alla Sapienza dividono per data di nascita e non staremmo comunque vicini... peccato! :))))))

Simone

Emilio Alessio ha detto...

mitico Simone!! e stai tranquillo che anche se il numero di esami del quinto è spropositato in fondo alcuni esami (non tutti però!) sono veramente veloci da preparare! ora lascia il cervello sul comodino e riposati! ti invidio perchè a me tocca un'altra settimana di chiusa con legale e gine!

Simone ha detto...

Emilio: speriamo, io non sto tranquillo per niente! :) in bocca al lupo!!

Simone

Anonimo ha detto...

Bravo Simo! Un commento da un anonimo ci vuole, no?
Anonimo bello anonimo

Sera d'estate ha detto...

Complimenti!!!! Alla fine non hai mollato e ce l'hai fatta. Goditi il...riposo del guerriero!!

Simone ha detto...

Grazie a tutti gli anonimi!

Sera: si, sto proprio in vacanza!

Simone

Stefano ha detto...

Ciao Simone, io quest'anno inizierò a studiare medicina. Ho 27 anni... spero di potercela mettere tutta come stai facendo te :)

Simone ha detto...

Grande Stefano, in bocca al lupo!

Simone

emma ha detto...

Studiare, leggere, ripetere è piacevole, il giorndo della verifica è terribile.
Che tu sia matricola o studente senior ti spompano. Non credo l'età o l'esperienza aiutino. Poi però,arriva la gioia, proporzionale a un numero...e tutto passa.
Bravo Simone, ben fatto.
In questi 10gg forse dovresti lavorare, tra 2 anni ci saranno tante persone a cui dovrai offrir da bere! Ah! Ah!

Simone ha detto...

Eh si... prenderò un camion di spumante!! :)

Simone

fabyoletta ha detto...

Ma bravo :D complimenti per questo quarto anno finito alla grande ;) Adesso goditi il meritato relax pre-lezioni ;)

Simone ha detto...

Grazie... lo sto proprio facendo!! :)

TIM ha detto...

Complimenti! alla fine nonostante le nostre macumbe ce l'hai fatta! bravo! e ora riposo assoluto fino ad inizio lezioni!

Storion ha detto...

Ciao Simone, sono Anna, new entry nel tuo blog..
Sei stata la prima persona che in questo strano cambiamento di vita che sto per percorrere mi ha in qualche modo incoraggiato attraverso la sua storia.
Ho 31 anni e devo dire che ho proprio bisogno di un consiglio da te....e da tutti i tuoi fan che ti seguono e ammirano quello che stai facendo.
Cresciuta in giro per visite con il mio babbo (medico di un paese in Sicilia=, ma perso lui anche troppo presto nella mia vita, fino ad adesso mi sono dedicata a studi umanistici (una precaria insegnante e attrice di spettacoli)...
Poi una cara persona si ammala e io mi sento impotente, avverto una orribile sensazione di non avere gli strumenti per agire, aiutare...e crollo nuovamente in quel dubbio di avere sbagliato tutto....e che ora è il momento di seguire un percorso per cui non ho mai avuto abbastanza autostima da intraprendere all'uscita degli studi liceali..
Allora quest'anno mi rimbocco le maniche e provo i test di medicina, e anche quello di infermieristica, ingenuamente convinta che sia, in fondo, la stessa cosa.
Medicina non lo passo perchè, da presuntuosa neofita, rispondo a tutto, anche a quello che non dovrei....e non passo per pochi punti....purtroppo a 31 anni credi un po di essere infallibile in merito a cultura generale:) e invece se solo non avessi dato le risposte a ciò che non conoscevo sarei passata...
Provo infermieristica e beh....direi che termina con la mia iscrizione oggi in segreteria, in preda a dubbi e timori, senza una chiara e netta convinzione del percorso che sto per intraprendere.
Ma ho 31 anni, sono una donna ( ciò significa tutti gli ostacoli annessi al mio sesso) e penso che potrei seguire i tre anni di studio e poi intraprendere medicina....e poi guardo dentro me stessa e so che la cardiologia è la pronta ad attendermi, perchè mi interessa, la studio dai libri ereditati da mio papà.
Allora mi dico che proverò il prossimo anno di nuovo a medicina.
Ma quante donne che si laureano a 38 anni riescono poi a colmare il sogno di intraprendere questa professione?
Consigli critiche opinioni suggerimenti sono ben accetti..
Grazie
E un super in bocca al lupo per i prossimi due anni e...spero di incontrarti prima o poi, ma come collega non come paziente :)

Simone ha detto...

Storion: ciao! Posso riportare il tuo intervento come post del blog? Comunque poi ti rispondo ora non ho tempo! :)

Simone

Storion ha detto...

Ok, gracias!

Simone ha detto...

Storion: fatto ora ora :)

Simone

Doctor Faustus ha detto...

Ciao Simone,
se hai una piccola amnesia ti ricordo chi sono: http://www.simonenavarra.net/2012/04/entrare-medicina-fare-tutti-gli-esami-e.html

Ti faccio i miei complimenti per avere concluso il 4° anno in pari, senza più nessun esame (leggi fardello) sul groppone. Non è da tutti. Diversi miei colleghi devono iniziare il 4° anno già con diversi esami in sospeso, figuriamoci come lo concluderanno e quanti si aggiungeranno a loro...

Ti faccio un piccolo aggiornamento sulla mia situazione. Ho confermato definitivamente la scelta di continuare Medicina (almeno per 1 altro anno), ma non sai quanto mi sta pesando questa scelta, e quanto tema di aver solo rimandato l'inevitabile... Indispensabile per prenderla è stato il consiglio di "Eddy" di portare avanti gli studi con la prospettiva della spec. in Igiene. Tuttavia ho ancora dei rimorsi enormi... so che in fondo questo non è ciò che desidero ma solo un ripiego. In questa facoltà mi sento in un ambiente non mio come un pesce fuor d'acqua, come in un tempio di un altra religione (visto l'entusiasmo/fanatismo di certi studenti questa metafora rende meglio l'idea!).

Praticamente ogni giorno faccio ricerche su internet per capire cosa esattamente fa un medico specializzato in igiene.
Praticamente ogni giorno vado sul sito della facoltà di Economia a vedere gli argomenti che avrei potuto studiare se...
Praticamente ogni giorno faccio ricerche su come si potrebbero unire il percorso di studi medico con quello economico.
Insomma: sono al limite della schizofrenia. Queste ricerche del resto non portano a niente se non a perdere tempo...

Non sono per niente sicuro di arrivare alla fine di questo passo. Ma se anche ci riuscissi probabilmente non sarei comunque soddisfatto, e un "salto di facoltà" come quello che hai fatto tu mi parrebbe inevitabile per chiudere i conti col passato.
Magari con lo scopo di dedicarmi allo studio dell'Health Economics, per unire i 2 percorsi, come mi suggeriva "Escaper" (scelta comunque ardua considerata l'età, e consderato soprattutto che quell'ambito di studi di fatto non è compatibile con una laurea in medicina, ma è un percorso parallelo). Ma lo farei anche solo per gli studi, per "cultura personale" senza lo scopo di lavorare in quell'ambito.

In conclusione della pappardella che ti ho scritto: non riesco ad arrendermi ad accettare un percorso di studi che so essere per me sbagliato... ma leggere della tua esperienza mi da quanto meno la speranza che una svolta sia possibile anche dopo la laurea. Hai fatto veramente una grande cosa a decidere di scrivere in questo blog: sei una fonte di coraggio per quanti sono nella nostra stessa situazione. :)

Simone ha detto...

Grazie dottore! :) quasi quasi copio questo commento nel tuo post, così chi lo trova legge anche la situazione aggiornata.

Mi spiace sentire che non sei ancora sicuro e soddisfatto di quello che fai... ti,auguro di trovare presto la tua strada giusta!

Simone

Doctor Faustus ha detto...

@ Simone
Grazie per i tuoi auguri, spero davvero di trovare la Via per mettermi l'animo in pace, prima o poi :)

Se vuoi procedi pure con il copia-incolla...
Nel caso in cui qualcuno volesse darmi un consiglio, o anche solo la propria opinione, avrei molto piacere di leggerlo. Magari potresti fare un post scriptum al tuo ultimo post in cui accenni all'aggiornamento del mio, in modo da richiamare l'attenzione di chi fosse interessato a leggere la mia esperienza.

Ho avuto modo di notare, anche dai precedenti commenti a quel post, che non sono in pochi a trovarsi nella mia stessa situzione. Del resto, in generale, sono tantissimi gli studenti ad essere delusi del proprio corso di studi (ne conosco personalmente parecchi), e può sempre far piacere in questi casi leggere di avventure simili alla propria.

emma ha detto...

Doctor Faustus,
mai nick fu più azzeccato del tuo. L'angelo buono, l'angelo cattivo, cambiare, restare... ma tu a Mefistofele cosa chiederesti?
L'ho visto questa estate all'arena di Verona....

Io sono estrema, o bianco o nero, se ci stai così male cambia! Iscriviti ad economia e fatti quest'anno, medicina la sospendi,e poi sari tu stesso a raccontarci come e cosa è stato. Perchè forzarti ad accettare un percorso di studi che giudichi non idoneo? Hai davanti a te 3 anni, alla fine dei quali in cosa ti sarai laureato?

Ci vuole coraggio per provare ad essere felici.

(lunedì la segreteria di Economia apre alle 9.00)